Porto Torres, botte alla ex compagna davanti al figlio piccolo

Un uomo di 50 anni è stato arrestato dai carabinieri:si è introdotto in casa con la forza e ha sferrato calci e schiaffi alla donna

PORTO TORRES. Non ha mai sopportato la fine improvvisa della relazione sentimentale, così un portotorrese di mezza età si è presentato con rabbia nella abitazione della ex compagna per colpirla con un calcio e uno schiaffo davanti al figlio minore.

Il piccolo ha assistito inerme alla terribile scena, anche quando l’uomo ha tirato i capelli alla povera donna indifesa. Una violenza improvvisa che gli è costata l’arresto in flagranza di reato da parte dei carabinieri della compagnia di Porto Torres, con l’imputazione di lesioni personali e violazione aggravata di domicilio.

Il tutto perché l’uomo si è introdotto con prepotenza all’interno dell’abitazione e a niente sono valse le rimostranze e le urla della ex compagna.

Processato per direttissima l’altro ieri, il giudice ha convalidato l’arresto e ha inoltre stabilito l’assoluto divieto di avvicinarsi all’abitazione della donna.

L’uomo non si era probabilmente mai rassegnato alla fine della loro relazione, ma ha scelto certamente il modo peggiore per dimostrare il suo attaccamento al rapporto sentimentale. Ed era talmente annebbiato dalla rabbia, da ignorare totalmente la presenza del figlio minore e proseguire con le violenze tra le mura domestiche.

I militari, al comando del capitano Danilo Vinciguerra, hanno raccolto tutte le testimonianze per avere un quadro chiaro di quanto accaduto in quella casa. A quanto pare il cinquantenne aveva deciso di recarsi all’abitazione, non si sa con quali propositi, e una volta arrivato alla destinazione ha suonato il campanello. Nonostante avesse ricevuto il rifiuto ad entrare dentro l’appartamento, però, ha continuato a spingere la porta introducendosi con forza al proprio interno. Una volta dentro ha invece dato sfogo alla sua rabbia, colpendo ripetutamente la donna senza curarsi minimamente della presenza del minore.


Nell’anno della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne non si placano dunque i maltrattamenti domestici, e questo tipo di episodi sono un campanello d’allarme su cui l’unico antidoto è la denuncia immediata alle forze dell’ordine e all’autorità giudiziaria.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller