Asinara, Tunisia e Algeria unite dai sistemi di pesca

Delegazione africana in visita per favorire la cooperazione mediterranea Le prime tappe 3 anni fa, oggi e domani incontri a Stintino e nella sede del Parco 

PORTO TORRES. Il Flag Nord Sardegna ha organizzato oggi e domani una due giorni che ha come obiettivo quello di porre le basi per una maggiore collaborazione operativa tra il governo algerino, quello tunisino e il sistema della pesca del Golfo dell’Asinara. Si tratta di una visita di scambio - nell’ambito delle attività di cooperazione mediterranea - programmata con una delegazione algerina interessata a prendere conoscenza delle attività di diversificazione della pesca (pescaturismo e ittiturismo) e protezione dell’ambiente marino nel territorio dell’isola parco. L'attività in programma è in continuità con una precedente azione di cooperazione del marzo 2016, che aveva avuto come oggetto la valutazione comparata del quadro normativo di settore in Sardegna e in Algeria e il confronto sulle attività consentite in area Parco e Area marina protetta. Il governo algerino grazie all’incontro di tre anni fa riuscì in poco tempo a varare una normativa che si basava proprio sull’esperienza maturata dalla marineria che insiste nell’Amp dell’Asinara, attraverso un progetto transnazionale in partenariato con il Wwf Mediterraneo e l’associazione Marco Polo di Marsiglia, diretta da Remi Bellia. Lo stesso Governo algerino ha poi pubblicato ufficialmente su “Le Journal Officiel de la République Algerienne Démocratique e Poupulaire” la legge che regola l’attività di pescaturismo in Algeria, e la notizia è stata motivo di soddisfazione e di orgoglio sia per il Flag Nord Sardegna sia per la dirigenza del Parco dell’Asinara, che hanno contribuito a facilitare il percorso verso questo importante traguardo.

«Per noi del Flag Nord Sardegna cooperare con tutti gli attori e operatori del Mediterraneo è una scelta strategica che portiamo avanti da diversi anni – ha detto il presidente Benedetto Sechi –, e in quest’ottica abbiamo voluto che questo scambio avvenisse in terra sarda nonostante le difficoltà che vive la società algerina in questo momento di crisi politica e istituzionale». Il programma della due giorni prevede oggi la conoscenza delle attività di pescaturismo a Stintino e la visita-studio al Museo della Tonnara. Per domani, invece, è in programma un incontro di cooperazione e scambio nella nuova sede del Parco nazionale dell’Asinara: sono previsti interventi dei rappresentanti dei pescatori che operano nell’area dell’Asinara, della dirigenza dell’Ente Parco, del Flag Nord Sardegna e del
Comune di Porto Torres. Ad accogliere la delegazione nord africana ci saranno il presidente del Flag Benedetto Sechi, i sindaci di Porto Torres e Stintino, Sean Wheeler e Antonio Diana, il direttore del Parco PierPaolo Congiatu e il responsabile dell’Area marina protetta Vittorio Gazale.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller