La Pasqua con le voci dei bambini

Il precetto ha visto gli alunni impegnati in canti e recite. Oggi la via Crucis

CHIARAMONTI. Sono stati gli alunni delle elementari e medie ad aprire le celebrazioni in preparazione alla Pasqua. Venerdì scorso, infatti, il parroco don Gabriel Mpolo ha officiato il precetto pasquale che ha anche coinciso con il progetto “Atti di culto” curato dagli insegnanti a scuola.

Un percorso attraverso il quale gli alunni si sono preparati consapevolmente alla celebrazione del precetto che hanno animato con letture e canti accompagnati anche dalla chitarra suonata da alcuni degli studenti. Oltre ai canti di festa, quelli per l’offertorio e per la comunione, molto belli sono stati i momenti della recita de “Su babbu nostru”, scritto in sardo dal poeta chiaramontese Bainzu Cossiga, e l’esecuzione del Padre Nostro in inglese preparato dagli alunni di quarta e quinta con l’insegnante di lingua. Bello anche il dono di biglietti con i simboli pasquali realizzati con l’insegnante di arte dagli alunni della media per quelli della Primaria. Sabato sera, invece, sono stati i “Cantigos de Chida Santa” a introdurre nella suggestione dei riti e dei misteri con i bei canti della tradizione isolana proposti dal Coro Doria, organizzatore della serata, con il Coro polifonico femminile “Don Michele Satta” di Benetutti, il coro “Gli amici del canto sardo” di Sassari e il “Coro de Tzaramonte”. Il tutto presentato con la solita competenza da Tore Patatu.

E oggi si entra nel vivo dei riti della Settimana Santa: dopo la messa delle 18,30, ci sarà la solenne Via Crucis per le vie del paese durante la quale si ripercorreranno le quattordici stazioni rinnovando il ricordo del calvario di Gesù.

Giovedì Santo, 18 aprile, alle 18,30 sarà celebrata la Santa Messa in «Coena Domini». Subito dopo si snoderanno le due processioni: una, dalla chiesa del Rosario, al seguito della Madonna in cerca del figlio e l’altra, dalla parrocchia, al seguito del Cristo con incrocio dei due gruppi in piazza Repubblica. Alle 21 ci sarà l’adorazione comunitaria nella chiesa di San Matteo. I riti del Venerdì Santo, 19 aprile, inizieranno alle ore
8 con «Sas chiscas mudas», la visita alle chiese del paese iniziando da quella del Rosario. Alle 9 «S’incravamentu» ricorderà la crocifissione del Cristo. Alle 18,30 l’azione liturgica della Passione e «S’Iscravamentu» verranno animati dal GruppoApostoli.

Letizia Villa

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community