bono 

Nei paesi del Goceano manca ancora l’ufficiale sanitario

BONO. Dopo le proteste dei cittadini del Goceano, che comprende i comuni di Bono, Bottidda, Anela, Illorai, Benetutti, Nule, Bultei, Burgos ed Esporlatu e conta diecimila abitanti, il caso arriva in...

BONO. Dopo le proteste dei cittadini del Goceano, che comprende i comuni di Bono, Bottidda, Anela, Illorai, Benetutti, Nule, Bultei, Burgos ed Esporlatu e conta diecimila abitanti, il caso arriva in Regione tramite l’interpellanza del consigliere regionale e sindaco di Bottidda Daniele Cocco. «A seguito dell’improvviso trasferimento in altra sede del medico incaricato del Servizio di Igiene e sanità pubblica, nel poliambulatorio di Bono si è venuta a creare una gravissima situazione ancora rimasta irrisolta», sostiene Cocco. Il Distretto sanitario di Ozieri garantisce, nel poliambulatorio di Bono, importanti servizi di medicina specialistica come otorinolaringoiatria, odontoiatria, oculistica, dermatologia, cardiologia, medicina dello Sport, pneumologia, e ancora psichiatria, pediatria, neurologia, ortopedia, ginecologia, reumatologia, endocrinologia, diabetologia, urologia e fisiatria. «Il poliambulatorio di Bono – ha aggiunto Cocco nell’interpellanza – rappresenta un importante presidio sanitario del centro Sardegna che eroga servizi di medicina specialistica a una parte consistente della popolazione del Goceano. Chiedo quindi un tavolo di decisione per l’assegnazione a tempo indeterminato del medico incaricato del servizio di Igiene e sanità pubblica. Chiedo una seria rivalutazione dell’intero organico del poliambulatorio di Bono basato sull’effettivo fabbisogno assistenziale dei territori interni
della Sardegna. Il nostro territorio – conclude Cocco – non può perdere un’altra importante figura come l’ufficiale sanitario. Per questo continueremo a batterci affinché i servizi fondamentali vengano garantiti per la salute dei nostri concittadini».

Elena Corveddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller