Mezzo milione di euro per il centro velico

Il progetto che ha vinto il bando presentato dalla società “Balà” di Porto Torres Concessione per 48 anni, previste area relax, zona per lo sport e il cinema

PORTO TORRES. L’incompiuta del centro velico che si affaccia sul golfo dell’Asinara sarà trasformata in un centro turistico di eccellenza dalla società Balà, che a dieci anni dalla conclusione dei lavori ha presentato il progetto vincitore relativo all’avviso pubblico bandito dal Comune per la concessione di valorizzazione a fini turistici, sportivi e culturali.

Il soggetto privato investirà circa mezzo milione di euro nella struttura della piazza Renaredda e avrà una gestione di quarantotto anni: realizzerà un’area per il mare e il relax, una zona dedicata allo sport e agli eventi, un punto ristoro e uno spazio per il cinema all’aperto. All’amministrazione comunale dovrà invece corrispondere dodicimila euro più Iva di canone all’anno.

Il progetto prevede la realizzazione al piano terra di una sala bar e punto di ristoro, un angolo dedicato alle informazioni turistiche e un allestimento con tavolini e sedie. Il cortile manterrà in parte la funzione di deposito per le attività marine - regate, gare di pesca, diving, snorkeling, sup e match race - e un’altra area sarà utilizzata per le lezioni teoriche.

Al piano superiore verrà creata una terrazza panoramica al servizio del punto di ristoro, sfruttando la superficie sopra la pergola in cemento armato che sormonta il cortile esterno. Una delle novità riguarderà invece l’area esterna: si prevede infatti l’installazione di una piattaforma in teak o materiale simile, amovibile, con sdraio, attrezzature per la balneazione, fari a basso consumo, punti wifi, totem informativi, colonnine di ricarica elettrica per mezzi e telefonini e punti di noleggio per monopattini elettrici. Ci saranno inoltre, come da finalità del bando, corridoi di libero ingresso alla spiaggia. Il progetto prevede anche la realizzazione di piazzette attrezzate con angoli barbecue e tavoli da picnic.

«In questi mesi c’è stato un lavoro importante da parte dell’ufficio Patrimonio – dice il vicesindaco Marcello Zirulia –, che ha individuato lo strumento normativo più adatto per rendere operativa la struttura senza ulteriori esborsi per le casse comunali». Il bando è rimasto aperto per 3 mesi e alla scadenza dello stesso sono pervenute due proposte: «Ad aggiudicarsi la gestione dello stabile e di parte dell’area pertinente sarà una società che investirà 477mila euro per la realizzazione di attività legate al mare – aggiunge Zirulia –, con un progetto moderno e innovativo che prevede
l’utilizzo della struttura per tutto l’anno e la creazione di numerosi servizi». Ora gli uffici comunali hanno attivato le verifiche previste dal Codice dei contratti: alcune sono già arrivate, entro qualche giorno si dovrebbe procedere all’aggiudicazione definitiva alla società Balà.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community