Lascia la madre in auto e va alla sala slot

L’anziana donna abbandonata per ore nel parcheggio Tanit. L’uomo, 50 anni, è stato denunciato dalla polizia locale

SASSARI. La madre anziana, di 86 anni, sola in auto per ore nel parcheggio del centro commerciale. E lui a giocare nella sala slot, senza curarsi minimamente di ciò che poteva accadere alla donna. L’uomo, 50 anni di Sassari, è stato denunciato in stato di libertà per abbandono di incapace dagli agenti della polizia locale a conclusione di una indagine dalla quale è emerso che - in almeno tre occasioni - la donna è stata lasciata a bordo di una vecchia utilitaria nel parcheggio esterno del centro commerciale Tanit. Il figlio è tornato a riprenderla solo dopo alcune ore. Un fatto grave, confermato anche da alcune testimonianze dalle quali gli agenti - guidati dal comandante Gianni Serra - sono partiti per ricostruire l’intera vicenda.

Tutto era partito dalla segnalazione di una persona che alcune settimane fa aveva contattato il comando della polizia locale per raccontare una situazione anomala notata nel parcheggio del centro commerciale Tanit. L’uomo aveva parlato di una donna anziana, sola in auto per un periodo prolungato e in evidente condizione di difficoltà, incapace anche di rispondere alle domande che le aveva rivolto per capire se avesse bisogno di una mano.

Da quel momento gli agenti della polizia locale - impegnati in una serie di controlli sul rispetto degli orari di funzionamento degli apparecchi installati nelle sale slot - hanno avviato dei servizi mirati che hanno portato a individuare il 50enne di Sassari che frequentava abitualmente una sala nel complesso del centro commerciale Tanit. Nel corso delle indagini è stato possibile documentare che in almeno tre occasioni l’uomo si è recato nell’area del centro commerciale dove ha lasciato l’auto in sosta con l’anziana madre chiusa all’interno. Poi si è allontanato con assenze prolungate. In una circostanza, in modo particolare, la donna è stata notata da più personesola dentro l’auto per almeno quattro ore. Tra l’altro era stata avvicinata da un signore (poi rivelatosi prezioso testimone) incuriosito proprio per la sua lunga permanenza nel parcheggio. Quel giorno l’uomo, un sassarese, aveva l’auto in panne e per questo aveva dovuto attendere l’arrivo di un elettrauto che aveva riscontrato un problema alla batteria e aveva fatto ripartire il veicolo con un booster. Una operazione abbastanza lunga che aveva richiesto una attesa di alcune ore, e in tutto l’arco di tempo la donna di 86 anni era rimasta sempre dentro l’auto parcheggiata nel piazzale del centro commerciale. Inoltre, resosi conto che l’anziana appariva sofferente, l’uomo si era avvicinato preoccupato e aveva chiesto i motivi della sua permanenza nel parcheggio. Ma la donna aveva risposto in modo confuso, evidenziando una scarsa lucidità.

Per questo motivo, aveva pensato di allertare la centrale operativa del comando della polizia locale. Gli agenti si erano mossi rapidamente e dopo avere raggiunto la zona segnalata, avevano rintracciato il figlio della 86enne (circa 4 ore più tardi) all’interno del centro commerciale.

Alcuni giorni fa l’altra puntata. Due addetti alla vigilanza si sono resi conto della presenza della vecchia utilitaria nel parcheggio con a bordo la signora. Una attesa che - secondo quanto riferito - andava avanti da circa un’ora e mezza. Anche in questa occasione è stato interessato il comando della polizia locale e gli agenti sono andati a colpo sicuro: hanno rintracciato il figlio della donna nell’area fumatori di una sala slot intento a giocare alle
macchinette.

Conclusi gli accertamenti e valutata la gravità dei fatti, considerate anche le condizioni dell’anziana donna, il figlio 50enne è stato segnalato alla procura della Repubblica di Sassari per abbandono di persone incapaci.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community