Alghero, elezioni comunali 2019: corsa a tre e un esercito di uscenti

Ferrara (M5s) e Conoci (centrodestra) lanciano la sfida a Bruno (centrosinistra)

ALGHERO. Tre aspiranti sindaci, dodici liste, 280 candidati, 171 uomini, 109 donne e un esercito di assessori e consiglieri uscenti o usciti da poco. Alghero è pronta per le elezioni. Il primo dei candidati sindaci a essersi ufficialmente iscritto alla sfida elettorale è Roberto Ferrara col M5s, che schiera 19 candidati: 12 uomini e 7 donne.

Formalizzata anche la candidatura del sindaco Mario Bruno, sostenuto da tre liste: Sinistra in Comune e Pd, che si presentano con 12 uomini e 12 donne ciascuno, e Per Alghero con Mario Bruno, con 16 uomini e 8 donne.

La coalizione più ampia è quella del centrodestra, guidata dal sardista Mario Conoci. Lo sostengono il Psd’Az, i Riformatori Sardi con Fortza Paris, Forza Italia e Noi con Alghero con 16 uomini e 8 donne per lista, Udc e Lega con 14 uomini e 10 donne ciascuno, FdI con Azione Alghero con 23 candidati, 15 uomini e 8 donne, e PdS con 22, tra cui 10 donne.

Degli uscenti lasciano in sei: il presidente del consiglio regionale Michele Pais, il presidente del consiglio comunale Matteo Tedde, Alessandro Nasone, Linda Oggiano, Vittorio Curedda e Giampietro Moro.

Della giunta in carica non competono gli assessori dell’Ambiente, Raniero Selva, dei Servizi sociali, Lalla Cavazzutti, e dell’Urbanistica, Alessandro Balzani. In campo col centrosinistra Gabriella Esposito, Ornella Piras e Mario Nonne. Degli altri nove assessori “saltati” in questi anni non si candidano Natascia Lampis e Antonello Usai.

Ma la vera curiosità è che solo Raimondo Cacciotto si ripresenta con Bruno, mentre nel centrodestra si schierano Lelle Salvatore, Nina Ansini, Marisa Castellini e Gianni Cherchi con l’Udc, Alberto Bamonti con i Riformatori e Gavino Tanchis col Pds. (g.m.s.)
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community