San Nicola, la piazza sarà un parco giochi

A Ozieri avviati tre cantieri finanziati con il progetto Lavoras Saranno impiegati 28 disoccupati, la spesa è di 362 mila euro

OZIERI. Hanno preso il via lunedì mattina i tre cantieri comunali degli altrettanti lotti di opere pubbliche che il Comune di Ozieri ha attivato nel centro matrice della città grazie ai finanziamenti del bando regionale Lavoras, che a Ozieri ha portato complessivamente 460 mila euro. Le opere previste, su progetto dell’architetto Andrea Pirastru e dirette dal geometra Gianni Demontis, sono eseguite tutte da operai locali: 28 in tutto, tra specializzati e generici, scelti tra le liste di disoccupati presenti nel Centro per l’Impiego di Ozieri e tramite selezioni e prove pratiche. I cantieri, come detto, sono tre, il più corposo dei quali è quello di San Nicola (lotto 3) che prevede il rifacimento della grande piazza Caduti Ozieresi: un’opera del valore di circa 160 mila euro. La piazza, realizzata una trentina di anni fa dove prima c’erano solo alberi vecchi e malati, è attualmente costruita su tre livelli, e presenta numerose barriere architettoniche e spazi verdi pari praticamente a zero. Il progetto di rifacimento prevede l’eliminazione del livello intermedio, che porterà quindi la piazza tutta su un piano con solo uno spiazzo rialzato al centro, e la creazione di aree verdi con aiuole e panchine. «L’idea è quella di creare anche un parco giochi – spiega il consigliere comunale Davide Giordano, che da anni porta avanti la vertenza del rifacimento della piazza e di altri spazi, verdi e non di San Nicola – ma quello farà parte di un progetto successivo».

Gli altri lotti riguardano il centro storico, e nello specifico il rifacimento dell’acciottolato in due aree specifiche: la zona della Fontana Grixoni, dalla scalinata che conduce sotto il ponte vicino all’ex asilo e nella viuzza di collegamento con la via Gavino Cocco (circa 80 mila euro), e nel rione di Montiju, nelle vie Alessandro Volta e Sassari (circa 122 mila euro). Per entrambi gli interventi il progettista ha tenuto conto delle osservazioni di due geometri che sono anche consiglieri comunali: lo stesso Davide Giordano per San Nicola e Pier Angelo Fae (anche delegato al Verde Pubblico) per il centro storico. Questa caratteristica, unita al fatto che la progettazione è stata concordata direttamente dal Comune con la Regione grazie all’azione coordinata degli assessorati comunali al Patrimonio e ai Lavori pubblici, fa del Lavoras attivato a Ozieri «uno dei pochi presentati in Sardegna con progetti fuori catalogo», è il commento del consigliere Fae. Tre progetti senza dubbio qualificanti e, in modo particolare quello della piazza Caduti Ozieresi di San Nicola, molto attesi, ma anche una opportunità di lavoro per quasi trenta disoccupati locali, assunti tramite una cooperativa di tipo B, la Ali - Assistenza Lavoro Integrazione, che per otto mesi saranno impegnati nel rendere più bella la loro città.
«Siamo davvero orgogliosi di questo progetto – dice il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Gigi Sarobba – perché siamo riusciti a unire entrambe le finalità del bando Lavoras realizzando nuove importanti opere per la città e dando un opportunità di lavoro ai nostri disoccupati».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli