mores 

Nessun furto di energia nell’azienda dismessa, due assolti

MORES. Nessun furto di energia elettrica, quella azienda agricola nelle campagne di Mores era dismessa da tempo e né la proprietaria né il giovane che per un breve periodo ci aveva portato alcuni...

MORES. Nessun furto di energia elettrica, quella azienda agricola nelle campagne di Mores era dismessa da tempo e né la proprietaria né il giovane che per un breve periodo ci aveva portato alcuni cani, avevano mai utilizzato – tanto meno rubato – energia. Il giudice del tribunale di Sassari ha assolto Irene Satta, 50 anni, e Fabrizio Francesco Crisponi, di 39, (entrambi originari del Nuorese ma residenti a Mores) dall’accusa di furto aggravato in concorso. Secondo la Procura «al fine di procurarsi un ingiusto profitto si impossessavano di energia elettrica di proprietà dell’Enel con violenza sulle cose consistita in un allaccio abusivo sulla presa elettrica con morsetti e penetrazione». Gli avvocati difensori Mauro Bonu (per Crisponi) e Teresa Pes (per la Satta) hanno spiegato che l’azienda in questione era abbandonata da tempo e che non c’era nulla che potesse dimostrare eventuali responsabilità a carico degli imputati.
La Satta da tempo non andava nell’azienda e Crisponi aveva portato lì i suoi cani ma senza mai manomettere o creare allacci abusivi. Anche perché non aveva alcuna necessità di usufruire dell’energia. Il giudice, accogliendo la tesi difensiva, ha assolto entrambi. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community