Sotto i portici “piovono” calcinacci

Dramma sfiorato in piazza a Ozieri: pochi istanti prima era passato un bambino

OZIERI. A quattro mesi dall’ultima segnalazione sulle pagine del nostro giornale sul pericolo di caduta di calcinacci dal soffitto dei portici di piazza Garibaldi, ieri mattina si è verificato quanto si temeva: un grosso pezzo di intonaco è precipitato al suolo, per fortuna senza colpire nessuno. Il crollo si è verificato intorno all’una, con i negozi in fase di chiusura ma con ancora un certo traffico nel percorso coperto della centralissima piazza cittadina, e proprio un attimo prima che l’intonaco venisse giù un bambino stava passando lì sotto. «Abbiamo sentito un fortissimo rumore e siamo usciti di corsa dal bar – racconta Gian Matteo, titolare del Bar Taras – e abbiamo visto il bambino allontanarsi tranquillamente. Lo ha solo spaventato il rumore, e ha detto di non essersi fatto niente, ma se fosse passato un attimo prima le conseguenze potevano essere altre. Da mesi, per non dire da anni – dice il barista – segnaliamo il pericolo di caduta di calcinacci e lo sgocciolamento d’acqua quando piove: sarebbe il caso di intervenire più efficacemente, perché rifare l’intonaco e tinteggiare non basta più. Comunque anche adesso (ieri mattina per chi legge ndr) abbiamo segnalato il fatto alla polizia municipale».

Che nel cortile sovrastante i portici ci sia un problema di scolo dell’acqua è notorio, e le grondaie presenti non sono evidentemente sufficienti a scongiurare le infiltrazioni. In questa annata particolarmente piovosa, poi, c’era da aspettarsi che qualcosa sarebbe successo. Il cortile, però, è di proprietà privata, per cui il Comune non può intervenire
direttamente e può limitarsi soltanto a rifare il soffitto. Un intervento che in realtà è stato fatto l’ultima volta diversi anni fa, e che occorrerebbe di nuovo programmare. Per risolvere il problema definitivamente, però, pare che ci voglia ben altro.

Barbara Mastino

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community