A Ozieri tre nuovi progetti per anziani e giovanissimi

Il servizio civile arricchirà l’offerta per le fasce deboli della cittadinanza Una ventina i ragazzi coinvolti che opereranno nella casa di riposo e a San Nicola

OZIERI. Nuove opportunità per i giovani dal bando per il Servizio civile che sarà pubblicato come di consueto alla fine dell’estate dal Comune di Ozieri: accanto ai due progetti presenti da due anni che riguardano il settore culturale, “In Biblioteca puoi.. istruzioni per l’uso” e “Social Museum - Un Museo per tutti”, altri tre progetti saranno attivati in città, in altri settori. Due provengono dall’assessorato comunale ai Servizi sociali, e riguardano attività con gli anziani e iniziative con i ragazzi in età preadolescenziale, mentre uno sarà attivato dalla locale sezione della Protezione civile e riguarderà attività di volontariato in quel campo. In tutto saranno venti i ragazzi coinvolti, quattro per ciascun settore.

I due nuovi progetti che provengono direttamente dall’amministrazione comunale si chiamano “Pre-teen evolution” e “Integriamoci insieme”, e coinvolgeranno ciascuno quattro volontari. «Integriamoci insieme ha come obiettivo il contrasto all’emarginazione degli anziani – dice l’assessore ai Servizi sociali Teresa Ghisaura – e prevede per esempio la realizzazione da parte dei volontari di laboratori di attività manuali, funzionali alla riscoperta delle antiche arti e alla promozione del protagonismo degli anziani coinvolti». Attività che avranno come fulcro la casa di riposo comunale ma che prevedono anche eventi esterni, come accaduto per esempio quest’anno con “La biblioteca in valigia” che ha portato la biblioteca fuori dalle sue mura. Questa la base del progetto, che comunque sarà creato nel dettaglio dai ragazzi coinvolti.

Stesso discorso vale per “Pre-teen evolution”, anch’esso improntato sull’inclusione sociale e sulla creazione di azioni di contrasto alle problematiche dell’età preadolescenziale. «Un territorio in gran parte inesplorato e spesso trascurato, ma sul quale si può e si deve fare di più, iniziando con attività nella ludoteca del centro di aggregazione di San Nicola che nel futuro intendiamo valorizzare e potenziare», dice l’assessore Ghisaura. Un progetto rivolto ai ragazzi delle ultime classi delle scuole medie e alle prime delle superiori è stato attivato già quest’anno, per iniziativa dell’assessorato alla Cultura con la collaborazione del servizio App. Giovani del centro Lares del Plus e della regista Federica Seddaiu. «È “Io sono, io posso”, che ha coinvolto alcuni ragazzi le cui situazioni ci erano state segnalate dai Servizi Sociali.
Dopo vari incontri e laboratori alla fine i partecipanti hanno creato da soli un bellissimo progetto e lo hanno portato in scena in un saggio finale», racconta l’assessore alla Cultura Ilenia Satta.

Progetti che con l’arrivo di forze fresche potranno soltanto accrescersi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community