Corriere fermato in aeroporto

Nella pancia 650 grammi di eroina per Sassari. Il 27enne nigeriano è ospite di un centro di accoglienza

SASSARI. Forse aveva paura di essere controllato, o semplicemente l’organizzazione - dopo gli ultimi colpi subiti - aveva deciso di evitare brutte sorprese. Così il corriere per non fornire possibili punti di riferimento aveva cancellato all’improvviso il biglietto sul volo da Milano Linate ad Alghero previsto per sabato sera. E si era riprenotato per il giorno seguente.

Un viaggio tranquillo, ma all’aeroporto dei Fertilia - durante la normale fase dei controlli, Julius Precious, 27 anni, nigeriano, ospite di un centro di accoglienza di Sassari (a Predda Niedda) non è riuscito a nascondere il proprio nervosismo . E dagli accertamenti è emerso che il giovane trasportava nell’intestino 43 ovuli per complessivi 650 grammi di eroina pura. Il nigeriano è stato accompagnato in ospedale in stato di arresto: gli esami clinici hanno confermato che l’extracomunitario trasportava la droga (gli ovuli sono stati tutti recuperati) e dopo le formalità, Jilius Precious è stato trasferito in carcere a Bancali con l’accusa di trasporto e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione eseguita dagli investigatori della squadra mobile della questura di Sassari guidati dal dirigente Dario Mongiovì, insieme ai colleghi della Polizia di frontiera, si colloca nell’ambito dei programmi disposti per contrastare la diffusione di sostanze stupefacenti, con una attenzione specifica ai porti e agli aeroporti. E per quanto l’attività di controllo sia stata occasionale, ha alla base una serie di valutazioni che confermano come determinati movimenti in entrata e in uscita sul territorio vengano tenuti sotto osservazione. In particolare, Julius Precious risultava assente da alcuni giorni dal Centro di accoglienza per migranti a Predda Niedda, nel quale si trovava da qualche tempo insieme ad altri connazionali. Un particolare all’apparenza insignificante, ma quando gli agenti della squadra mobile se lo sono visto comparire domenica sera in aeroporto confuso tra i passeggeri arrivati da Milano, hanno deciso quanto meno di verificarne gli spostamenti. Così dai primi accertamenti è emerso che il 27enne aveva con se diversi biglietti: quello utilizzato per partire alcuni giorni prima dal porto di Porto Torres sul traghetto diretto a Genova. Poi quello annullato per rientrare su Alghero da Milano Linate sabato 8 giugno, e infine quello utilizzato per effettuare lo stesso tragitto domenica sera.

Gli
esami clinici hanno confermato che il giovane trasportava nella pancia 43 ovuli per 650 grammi di eroina. Così è scattato l’arresto e sono in corso ulteriori indagini per valutare i contatti dell’arrestato con eventuali connazionali e altri elementi del territorio del Sassarese.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community