Punta Idda, boschetto invaso dai rifiuti

L’area si anima nei fine settimana ma nessuno sembra voler utilizzare i cestini

OZIERI. Se esiste una classifica dei record negativi per i luoghi “preferiti” per gettare i rifiuti, a Ozieri uno dei primissimi posti sarebbe occupato dal boschetto di Punta Idda.

Qui vengono effettuati regolarmente degli interventi anche incisivi di pulizia, ed è un luogo che si può senza dubbio definire un “sorvegliato speciale” perché è vicino a due istituti scolastici (con relativa mensa), al palazzetto dello sport Gian Piero Murratzu, al bocciodromo e al campo di calcio Angelo Masala, oltre che essere esso stesso un luogo frequentato da sportivi perché percorso ideale per gli appassionati di jogging. Ma è anche uno dei luoghi preferiti dei vandali: tanti ragazzi, soprattutto, che nelle serate del fine settimana (ma non solo) lo frequentano per ritrovarsi a bere una bibita o mangiare una pizza. Peccato che queste visite notturne non prevedano accanto alla consumazione del pasto anche l’abitudine di gettare i relativi rifiuti nei cestini della spazzatura presenti in loco o nelle immediate vicinanze.

Una cattiva abitudine che nonostante tutto non si riesce a estirpare: educazione, raccomandazioni, sanzioni persino, tutto è inutile di fronte a usanze radicate e dure a morire. Ecco quindi che sebbene, come detto, gli interventi di pulizia al boschetto non manchino (ordinari e straordinari), il panorama che si presenta agli occhi del visitatore è sempre desolante.

Se poi all’abbandono indiscriminato dei rifiuti si aggiunge anche il fatto che arredi urbani e staccionate sono spesso oggetti di atti di vandalismo, ecco il panorama da desolante diventa
sconfortante. Con buona pace di Greta Thunberg e dei suoi Friday for Future, campagna creata proprio per far presa in primo luogo sui ragazzi, pare proprio che i giovani e gli adulti che frequentano il boschetto di Punta Idda siano del tutto immuni da questo positivo messaggio. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community