A Ozieri lotta agli incendi con il contributo di tutti

Varato il piano comunale accompagnato da due ordinanze sulle fasce tagliafuoco Il sindaco Murgia sottolinea l’importanza della sinergia fra le forze dell’ordine

OZIERI. Pronto il piano antincendio 2019 del Comune di Ozieri,che prevede una stretta sinergia tra l’ente e le forze dell’ordine e di protezione civile operanti in città.

Nei giorni scorsi si è svolto in municipio un incontro tra il sindaco Marco Murgia e i rappresentanti di alcune delle forze in campo: polizia municipale, polizia di stato, compagnia barracellare, corpo forestale e di vigilanza ambientale, associazione LavOz protezione civile. Nell’incontro si è fatto il punto sulle problematiche che si prevedono nella prossima campagna antincendi e si è anche dato conto di alcuni fatti già verificatisi.

Nello scorso fine settimana, per esempio, sono stati segnalati ben cinque principi di incendio nella sola località di Monte Littu: incendi che sembrano non essere stati incidentali ma che comunque sono stati immediatamente domati grazie a un subitaneo avvistamento e a un altrettanto celere intervento. La prevenzione e la vigilanza sono le parole d’ordine: quest’ultima in capo, oltre che al cittadino che può (e deve) in ogni momento segnalare qualsiasi pericolo, alle forze che presidiano il territorio a cominciare dalla Compagnia Barracellare.

Importante è quindi la sinergia, unita a una veloce comunicazione, tra i vari attori in campo: oltre a quelli citati sopra anche, ovviamente, i vigili del fuoco, ai quali spetta il grosso del lavoro di spegnimento degli incendi. Lavoro al quale, comunque, collaborano anche altri copri a cominciare dalla protezione civile, il corpo forestale, i barracelli. «La sinergia è importante – dice il sindaco Marco Murgia – anche perché anche quest’anno ci troviamo davanti a importanti carenze di personale tra le file dei vigili del fuoco e del corpo forestale. Carenze che lo scorso anno sono state efficientemente coperte dalla grande disponibilità della compagnia barracellare e dei ragazzi e le ragazze della protezione civile Lavoz, che per fortuna anche quest’anno hanno confermato questa loro disponibilità. L’auspicio è che la stagione antincendio sia affrontata come è avvenuto lo scorso anno, con tempestività e perizia».

La lotta agli incendi, ricorda in conclusione il sindaco, parte anche dai cittadini, per i quali è arrivata nei giorni scorsi la proroga dal 1 al
30 giugno dell’ordinanza di sfalcio delle erbe dalle cunette mentre a inizio settimana il sindaco ne ha promulgato un’altra che obbliga i proprietari di terreni distanti sino a venti metri dalle strade ferrate a realizzare fasce antincendio per prevenire potenziali pericoli di innesco.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community