PLOAGHE 

Grande successo per la finale del contest canoro The perfect

PLOAGHE. Davanti a quello che verrebbe definito un pubblico delle grandi occasioni la piazza nuova del convento di Sant’Antonio, recentemente restaurata, ha ospitato giovedì scorso in occasione...

PLOAGHE. Davanti a quello che verrebbe definito un pubblico delle grandi occasioni la piazza nuova del convento di Sant’Antonio, recentemente restaurata, ha ospitato giovedì scorso in occasione della festa in onore del santo, la finale del contest canoro “The perfect” ideato ed organizzato dall’ecclettico “entronauta cosmico sardo” (come ama definirsi lui stesso) Sòleandro. Un pubblico caloroso arrivato da ogni dove per applaudire i Savitrini, ovvero gli interpreti che, seguendo un lungo percorso quasi spirituale, hanno lanciato il nuovo cantico d’amore dei sardi “Savitri”, il brano riscritto dall’artista ploaghese in lingua sardo-logudorese sull’opera musicale Perfect di Ed Sheeran. L’ambita borsa di studio del valore di 3.000 euro è stata vinta da Emanuele Sara di Ossi, nuova promessa del cantautorato sardo. I premi della giuria, composta dai Bertas e da Antonello Cuccureddu (campione di calcio italiano), sono stati assegnati a Giuseppina Testone di Benetutti che ha cantato “Chentu concas” (3° premio), Elisabetta Porcheddu di Sassari con “Ringrazio sa vida” (2° premio), “Le Sweetcrazy” (Amalia Farris di Ozieri e Marta Cantara di Tula) con il brano “Una terra fatta per volare” e Antonio Meleddu di Sassari con “Cantadore de carrela” al 1° posto pari merito. L’introduzione della serata da parte del guru della creatività Gavino Sanna e la conduzione di Christian Luisi con Maria Pintore hanno dato vita ad un originale spettacolo, emozionante e denso di colpi di scena, con gli interventi di due talenti: Alessandro Pili, il celebre sindaco di Scraffingiu de La Pola e Massimo Melis caratterista-cantante dei Battor Moritteddos. Tra gli ospiti anche Roberto Becca che ha interpretato “Sa sette dies” brano scritto per lui da Sóleandro e l’attesissimo Coro Stellaria Santu Nigola di Brunella che ha divulgato il messaggio d’amore
di Savitri con oltre 2 milioni di visualizzazioni su Facebook e che per l’occasione ha intonato l’inedito “Gira sa roda” anch’esso sgorgato dalla fertile penna di Sòleandro. Altri premi speciali sono andati a Radio del Golfo e a Giandomenico Masala.

Mauro Tedde



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community