lega nazionale dilettanti 

Tore Marongiu premiato per i 40 anni da dirigente nel Thiesi

THIESI. Da Thiesi a Roma per ricevere l’onorificenza di dirigente della squadra di Thiesi. Ogni anno la Lega Nazionale Dilettanti, su proposta dei Comitati regionali, assegna i premi di benemerenza...

THIESI. Da Thiesi a Roma per ricevere l’onorificenza di dirigente della squadra di Thiesi. Ogni anno la Lega Nazionale Dilettanti, su proposta dei Comitati regionali, assegna i premi di benemerenza sportiva a società, dirigenti di società e ai dirigenti federali, che si sono particolarmente distinti per la loro attività pluriennale nell’universo dilettantistico e giovanile.

Le onorificenze conferite del 2019 su proposta dei Comitati regionali e della Commissione benemerenze riguardano ben 51 società, delle quali diciassette al traguardo del centenario, quattro arrivate ai 75 anni di attività e trenta al mezzo secolo di storia, più 37 dirigenti federali e 112 dirigenti di società con una carriera di 40 o 20 anni. A consegnare il prestigioso riconoscimento ai protagonisti di giornata il presidente Lnd, Cosimo Sibilia, il numero uno Figc, Gabriele Gravina, e il presidente del SgS Vito Tisci.

Con grande orgoglio per la Sardegna e per il Meilogu, quest’anno a ritirare la medaglia nella capitale, insieme con altri dirigenti con una carriera di quarant’anni, accompagnato dal primo cittadino di Thiesi, Gianfranco Soletta, e dal vice sindaco, Salvatore Tanca, è stato “zio” Salvatore Marongiu, 95 anni, una forza da leoni e un entusiasmo da quindicenne. Tra sorrisi e commozione il nonnino di Thiesi, dopo anni dedicati alla dirigenza della squadra nero verde, ha ricevuto il diploma di benemerenza. Insieme con Salvatore Marongiu, che ha ricevuto il premio per i suoi “40 anni di attività come dirigente”, anche la Polisportiva Thiesi ha ricevuto il diploma di benemerenza “come società attiva da 50 anni”.

È una storia iniziata ben quarant’ anni fa quella di Salvatore Marongiu, classe 1924, e scandita da un grande passione: il calcio. Con il sindaco, che ha espresso la sua soddisfazione personale e quella dell’intera comunità thiesina, ad accompagnare Marongiu a Roma c’erano anche il presidente del Thiesi, Peppino Mannu e la nipote di zio Tore, Maria Piera Sotgiu.

«Siamo davvero entusiasti per la premiazione del nostro caro zio Salvatore Marongiu, che ha dedicato gran parte delle sue quasi 95 primavere al calcio nero verde targato Thiesi – ha detto il sindaco Soletta –. Ancora oggi, come quarant’anni fa, zio Salvatore continua ad essere il motivatore numero uno della nostra squadra, qualità grazie alla quale gli è stata conferita già da tempo la presidenza onoraria della società sportiva in cui milita sin da ragazzino. Lo ringrazio perché è un esempio che tutti noi dovremmo seguire».

Non sono mancati ringraziamenti «al Presidente e a tutta la dirigenza
della Polisportiva, dal 1929 ad oggi, perché è grazie al sacrificio di chi si è succeduto negli anni sino ad oggi se ora possiamo raccogliere questi frutti». L’augurio di tutta la comunità thiesina è quello di raggiungere risultati sempre maggiori.

Daniela Deriu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community