Muraglione di San Gavino, operai al lavoro

A 8 mesi dall’incidente via libera alla riparazione. Le operazioni si concluderanno in pochi giorni

PORTO TORRES. Sono cominciati ieri mattina i lavori per il ripristino della parte iniziale del muraglione di San Gavino – lunga complessivamente sei metri - da parte degli operai specializzati della ditta Sini di Sassari, alla quale è stato aggiudicato l’incarico.

Nei giorni scorsi il ministero per i Beni e le attività culturali aveva autorizzato il Comune a effettuare l’intervento sul muro perimetrale di età ottocentesca che si affaccia alla basilica di Gavino, demolito parzialmente otto mesi fa da un’auto, che terminerà nei primi giorni della settimana prossima. Il costo dell’intervento è stato quantificato in circa 8mila e 500 euro e si tratta di risorse che sono state già liquidate all’amministrazione comunale dai periti dell’assicurazione come risarcimento dei danni subiti dal muro. I lavori prevedono la cernita e la pulizia del materiale formato da blocchi in calcare e trachite, lo smontaggio e la numerazione dei conci e la riparazione e il riassemblaggio con resine e perni dei conci lesionati: l’azienda dovrà inoltre procedere al rimontaggio della muratura con malte a base di calce e alla rifinitura dei giunti. «Presto renderemo maggiormente decoroso l’accesso
dei fedeli e dei visitatori all’area della Basilica – dice l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Derudas – e nei prossimi mesi provvederemo a bandire la gara di progettazione per riqualificare l’intero paramento murario e per riportarlo così alle condizione originarie». (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community