l’aggressione a latte dolce 

Non voleva uccidere, in appello pena ridotta da nove a due anni

SASSARI. Era stato arrestato dalla squadra mobile ad aprile dell’anno scorso dopo essersi barricato in casa, a Latte Dolce. Gio Battista Coradduzza, 51 anni, aveva avuto una lite con due fratelli di...

SASSARI. Era stato arrestato dalla squadra mobile ad aprile dell’anno scorso dopo essersi barricato in casa, a Latte Dolce. Gio Battista Coradduzza, 51 anni, aveva avuto una lite con due fratelli di 22 e 25 anni in piazza Bottego durante la quale aveva estratto un coltello e ferito lievemente i due. Lo scorso ottobre il giudice aveva condannato Coradduzza in abbreviato a 9 anni e 4 mesi di reclusione per tentato omicidio.

Quel giorno di aprile il 51enne e i due fratelli rimasti feriti si erano dati appuntamento per un chiarimento in seguito a una lite precedente per futili motivi, ma la discussione era degenerata. Uno dei due giovani era stato colpito all’addome e aveva avuto 7 giorni di cure, mentre l’altro era stato raggiunto alla spalla ed era stato giudicato guaribile in 5 giorni. Ferite lievi provocate da
un solo colpo che, come ha sostenuto in appello l’avvocato difensore Marco Costa, non giustificavano l’accusa di tentato omicidio. E infatti il giudice Lupinu, accogliendo la tesi del difensore, ha derubricato il reato in lesioni aggravate e ha ridotto la pena a due anni. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community