Pochi infermieri, ridotti i prelievi

Anche a Martis, così come in altri centri della provincia, a causa della carenza di infermieri il servizio prelievi non verrà effettuato con la normale frequenza. Oltre agli utenti, che da un anno a...

Anche a Martis, così come in altri centri della provincia, a causa della carenza di infermieri il servizio prelievi non verrà effettuato con la normale frequenza. Oltre agli utenti, che da un anno a questa parte vedono progressivamente ridursi un servizio fondamentale per la loro salute, a protestare è anche il sindaco Tiziano Lasia. «Sulla base degli accordi presi con l’ex assessore alla Sanità Arru e con l’Ats – racconta – il servizio prelievi veniva effettuato tramite un’autoemoteca. All’inizio i prelievi venivano fatti tre volte al mese, successivamente ridotte a due sole volte peraltro senza spiegazioni. Ora invece non sappiamo nemmeno le date in cui verranno effettuati i prelievi». Un incontro, programmato per l’8 giugno e poi saltato con un responsabile dell’Ats , potrebbe tenersi la prossima settimana». Il sindaco fa presente che quello dei prelievi è un servizio essenziale per la sua comunità. «Sembra però che questo a nessuno interessi - sbotta Lasia -. Noi sindaci siamo soli in prima linea a cercare di dare risposte ai nostri concittadini. Poi parlano di spopolamento... Il Mater di Olbia, ottima eccellenza in campo medico, avrà un finanziamento di circa
150 milioni – conclude Tiziano Lasia –. Mi chiedo se qualche spicciolo non possa essere destinato ad assumere il personale necessario così che anche i nostri concittadini possano usufruire di servizi migliori, di vitale importanza per loro e la comunità intera». Mauro Tedde




TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro