Ozieri, «I disabili fanno chiasso»: i vicini chiamano i vigili

A infastidire le prove dello spettacolo di fine anno di PossibilMente. La presidente: «Non ci fermeranno»

OZIERI. Che ci siano persone che si infastidiscono al minimo rumore non stupisce, ma quello che è successo nei giorni scorsi ha davvero dell’incredibile: con una segnalazione inoltrata alla polizia municipale alcuni cittadini si sono lamentati per il “chiasso” proveniente dalla ex palestra del Pinceto dove in questi giorni sono in corso le prove per lo spettacolo di fine anno dei ragazzi disabili della Onlus PossibilMente.

Se queste prove si svolgessero nel cuore della notte non ci sarebbe da stupirsi – soprattutto a Ozieri dove il concetto di “cuore della notte” è molto variabile e a volte riguarda le dieci di sera – ma il punto è che le prove dello spettacolo si svolgono nel pomeriggio, dalle 17 alle 19. Non alle 14, quando magari la gente riposa dopo il pranzo, o alle sette del mattino, come le campane delle chiese.

La musica e i canti dei ragazzi, che provengono dalla terrazza della sede della Onlus, quindi da un luogo aperto, sono stati evidentemente considerati schiamazzi da alcuni solerti cittadini, e, sebbene tutti a Ozieri sappiano dov’è la sede di PossibilMente e soprattutto chi ne fa parte, chi ha inoltrato la segnalazione non si è fatto alcuno scrupolo nel cercare di fermare le prove dello spettacolo. Ma le prove non si sono fermate, come ha fatto sapere già da mercoledì sera, dopo l’arrivo della segnalazione, la presidente del sodalizio Bianca Maria Balata.

«L’amministrazione comunale è stata solidale, e così gli agenti della polizia municipale, che si sono limitati a riportarci la segnalazione. Le prove continuano, e nessuno riuscirà a fermare la gioia di vivere dei nostri ragazzi. Non sappiamo da chi provenga la segnalazione, e non ci interessa, ma sin da ora invitiamo queste persone a partecipare allo spettacolo dei ragazzi, che si terrà il 28 luglio nel piazzale del museo Alle Clarisse».

In vista di questo appuntamento i ragazzi, che prima provavano lo show una sola volta a settimana, il giovedì, hanno intensificato il lavoro, e ora le prove si svolgono per quattro giorni alla settimana, sempre negli stessi orari pomeridiani. Un carico evidentemente insopportabile per le orecchie di qualche vicino di casa insofferente alla musica. Per quanto riguarda invece lo spettacolo di domenica 28 luglio, l’orario fissato per l’inizio dello show sono le
20: forse troppo tardi per chi a quell’ora è già sotto le coperte? Almeno, e questa sarà la consolazione dei residenti di Sa Pastia, il problema si sposterà nel rione di San Gavino. Ma la “tortura” non finirà, perché le attività di PossibilMente non si fermeranno certo per questo motivo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community