Sassari, ferisce il compagno a colpi di forbice: arrestata 37enne

L’uomo in ospedale sulle prime aveva detto di essere caduto accidentalmente

SASSARI. Si era presentato al pronto soccorso accompagnato dalla madre con diverse ferite di arma da taglio al torace. Aveva raccontato sulle prime di essere stato ferito dalla fidanzata durante una lite, poi però Francesco Brau, 39 anni, sassarese, aveva cambiato versione: «Sono inciampato – aveva detto – e sono caduto sbattendo contro una superficie tagliente».

A distanza di quasi un mese dall’episodio, i carabinieri della compagnia di Sassari guidati dal maggiore Fabio Melci, hanno arrestato per tentato omicidio aggravato la compagna Marta Dettori, 37 anni, anche lei di Sassari. La donna - su disposizione del magistrato che ha constatato la gravità della situazione - è stata arrestata e trasferita nel carcere di Bancali. La misura cautelare è stata eseguita dai militari della compagnia di Sassari: il reato contestato è stato appunto modificato da lesioni a tentato omicidio aggravato.

La storia risale alla fine di giugno. Il 39enne si era presentato al pronto soccorso in compagnia della madre, sanguinante e con profonde ferite al petto, apparentemente causate con la lama di un coltello. Alle prime domande dei medici aveva fornito risposte evasive e contrastanti. Erano stati allertati i carabinieri, ma al momento dell’arrivo della pattuglia l’uomo si era allontanato senza consentire ai sanitari di visitarlo e prestare le cure. Poco più tardi però - preoccupato per la gravità delle lesioni - il 39enne era tornato al pronto soccorso ed era stato preso in carico dai medici che avevano subito accertato che le ferite al torace erano incompatibili con una caduta accidentale ma risultavano, invece, provocate da una lama (probabilmente di un coltello).

Da quel momento sono state sviluppate le indagini dei carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Sassari che hanno portato a definire nel dettaglio come si sarebbero svolti i fatti. Durante un litigio, la compagna dell’uomo avrebbe afferrato delle forbici da cucina sferrando diversi colpi all’altezza del torace. Poi sarebbe scappata.

L’uomo, ferito in modo grave, avrebbe chiesto aiuto alla madre che lo avrebbe accompagnato direttamente al pronto soccorso.

Dalle indagini sviluppate dagli investigatori della compagnia di Sassari, è emerso che l’episodio si è verificato in un contesto di forte degrado, probabilmente segnato anche dall’uso di alcol e altre sostanze.

Dagli accertamenti (i carabinieri hanno recuperato anche l’arma utilizzata dalla donna per colpire il compagno) sarebbero emersi elementi certi che sono stati riportati nel rapporto presentato al magistrato che si occupa della vicenda.

Così - a distanza di quasi un mese dall’accaduto - dopo una prima fase che si era conclusa con la denuncia in stato di libertà della donna con l’accusa di lesioni personali, i carabinieri hanno proceduto all’arresto di Marta Dettori in esecuzione della misura cautelare emessa dall’autorità giudiziaria.
Il reato è stato ritenuto particolarmente grave, maturato in un contesto di elevata pericolosità sociale, e per questo la compagna dell’uomo è stata arrestata per tentato omicidio aggravato e rinchiusa nel carcere di Bancali. Oggi l’interrogatorio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community