Basta ubriachi alla guida otto le patenti ritirate

Si intensificano gli accertamenti messi in campo dai carabinieri sulle strade Quattro denunce per possesso di droga, fermato un giovane con una mazza

PORTO TORRES. Un intenso lavoro di controllo quello effettuato dai carabinieri della compagnia di Porto Torres nell’ultimo fine settimana – sulla strada da Porto Torres a Stintino - che ha portato al ritiro di numerose patenti e al sequestro di droga.

Lo scopo dell’operazione era quello di prevenire la guida in stato di ebbrezza e lo spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto in una arteria ad alta densità di traffico che si moltiplica di presenze soprattutto durante l’alta stagione estiva. I militari, al comando del capitano Danilo Vinciguerra, hanno provveduto alla denuncia di otto persone per un tasso alcolemico superiore rispetto alla soglia consentita. Una infrazione che ha fatto scattare il ritiro delle loro patenti di guida e il sequestro delle auto. Nelle rete dei controlli per il tasso alcolemico sono caduti due persone di Sorso, una di Bosa, un portotorrese, un sassarese e uno stintinese. Tutte con valori superiori a quanto consentito dalla legge, che considera potenziali pericoli chi si mette al volante in quello stato fisico.

Indagato per spaccio di droga invece un sorsese classe 1975, che all’interno della sua vettura aveva diversi grammi di marijuana pronti allo smercio, e sono stati segnalati alla Prefettura tre giovani del ’90, ’99 e 2000 nel cui abitacolo dell’auto nascondevano un grammo di marijuana e una dose di due grammi di cocaina. Tra i fermati nella notte di sabato scorso anche un giovane algherese del ’93, denunciato perché sul sedile della macchina c’era una mazza lunga settantacinque centimetri di cui non ha saputo spiegare la presenza. Questi controlli rientrano comunque nell’operazione Estate sicura programmata dagli uomini dell’Arma, per permettere a chiunque di fruire delle vacanze in totale sicurezza durante gli spostamenti in auto tra le località vicine del litorale costiero. Il messaggio delle forze dell’ordine è che non si può bere o assumere sostanze proibite e poi mettersi alla guida, percorrendo strade trafficate e rischiando seriamente di provocare un incidente
a se stessi e agli altri. Una nota che deve diventare chiara a tutti quelli che viaggiano nelle ore notturne sulle strade della Nurra, secondo il comandante Vinciguerra, anche perché i controlli dei militari proseguiranno ininterrottamente durante tutto il periodo dell’alta stagione.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community