Gran folla ai Candelieri: Sassari in festa

Un pubblico straordinario accompagna la discesa dei ceri e l'esibizione dei portatori

SASSARI. Folla enorme lungo il percorso dei Candelieri, difficilmente quantificabile. La discesa è accompagnata da un pubblico straordinario che applaude l'esibizione dei portatori. I Macellai hanno aperto la processione degli undici ceri. A seguire i Fabbri, quindi i Piccapietre e poi ancora Viandanti, Contadini, Falegnami, Ortolani, Calzolai Sarti, Muratori e Massai. L'incessante battito dei tamburi accompagna la discesa fra le invocazioni della gente a "Fallu badda" e la cantilena "eeeh-ooooh" a incitare i bravissimi portatori, grandi protagonisti della festa di Sassari .

Dalle vestizioni agli incontri istituzionali, dalle abitudini culinarie al moltiplicarsi degli spazi dedicati alla musica dal vivo e all'intrattenimento, per tutto il giorno migliaia di sassaresi e di turisti hanno trasformato il centro storico del Capo di Sopra in una grande arena in cui si mischiano il fascino mistico di un voto ultrasecolare e lo spirito ridanciano di una comunità che sa schernirsi e sorridere anche nei momenti di maggiore difficoltà.

I sassaresi hanno fatto festa sin dalle prime ore del mattino, partecipando in grandissimo numero alle vestizioni degli undici candelieri, tanti quanti gli antichi gremi che custodiscono una tradizione che rappresenta Sassari come nessun'altra. E dopo le abbondanti libagioni tutti si sono riversati nel corso per la Faradda, la discesa vera e propria. Tra rulli di tamburi, flauti, applausi e cori, i Candelieri sono partiti da piazza Castello e si sono diretti alla chiesa di Santa Maria, dove entro mezzanotte verrà sciolto il voto.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community