Sassari, sit-in e sciopero nei 18 punti vendita della Cobec

La protesta dei lavoratori dei supermercati per il mancato pagamento di stipendi e quattordicesima

SASSARI. Sciopero e sit-in questa mattina di tutti i lavoratori dei 18 supermercati Cobec di Sassari. La serrata è stata indetta dall'Ugl in segno di protesta per il mancato pagamento degli stipendi e della quattordicesima. Per il sindacato l'adesione è stata del 100%; la sigla segnala tuttavia che la proprietà, per evitare il blocco totale, ha deciso di far lavorare «personale a cui non spettava».

Lo sciopero cade in una giornata che assieme al 24 dicembre è la più importante dell'anno sotto il profilo

delle vendite. L'Ugl, presente con le segretarie Piera Bitti e Giada Secchi al sit-in di Corte Santa Maria, di fronte alla sede legale della catena Cobec, annuncia la proroga dello stato di agitazione dei dipendenti e dà appuntamento al prossimo sciopero in programma domenica 18 agosto.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community