La giunta di Sassari non cambia idea: stop a musica e tavolini a mezzanotte

L’esecutivo Campus risponde alle interrogazioni di “Italia in Comune” e Lega Il sindaco: «Trovare la giusta convivenza tra il diritto al riposo e al divertimento»

SASSARI. Dritta per la sua strada. La Giunta comunale non cambia idea sull’ordinanza che fissa alla mezzanotte il limite per la musica e gli spettacoli all’esterno di bar, ristoranti e circoli privati, e nemmeno sulla revisione delle regole che autorizzano le installazioni di tavolini e dehor negli spazi riservati in origine ai posteggi a pagamento appannaggio della Saba Italia. Il sindaco Gian Vittorio Campus e l’assessore comunale alle Attività produttive hanno risposto ieri in aula alle interpellanze con cui due consiglieri, rispettivamente di Italia in Comune e della Lega, chiedevano all’esecutivo di tornare sui propri passi.

«Il primo aspetto da considerare è quello del rispetto dei diritti e della serenità di tutti i cittadini», ha spiegato il sindaco rispondendo alla richiesta del consigliere leghista di rivedere il limite orario per gli intrattenimenti all’aperto. «Bisogna trovare la giusta convivenza fra coloro i quali chiedono di poter riposare dopo una certa ora, e le attività che fanno dell’intrattenimento un’attrattiva per aumentare la loro offerta». «Il Comune – ha precisato ancora Campus – non ha i mezzi per controllare che tutti rispettino i limiti dei decibel emessi durante gli spettacoli all’esterno e all’interno dei locali, ma può più facilmente controllare che siano rispettati gli orari». «Tutti questi atti emessi dall’amministrazione sono volti a trovare una compensazione fra le legittime richieste di tutti i cittadini, per far vivere nella maniera migliore, i residenti, chi lavora, chi studia, chi cerca parcheggio, chi vuole svagarsi».

La risposta del sindaco non ha soddisfatto il consigliere leghista che chiedeva la sospensione dell’ordinanza firmata l’8 agosto scorso dal vicesindaco, con cui si dispone lo stop alla musica all’aperto alle 24, tutti i giorni, e per quella suonata all’interno dei locali le 24 dalla domenica al venerdì e alle 2 il sabato e prefestivi.

Alla richiesta di “Italia in Comune” sulla limitazione delle concessioni di area pubblica per tavolini e dehor, che sarebbe possibile solo nei mesi estivi, ha risposto l’assessore alle Attività produttive. «C’è necessità – ha detto – di modificare le norme che regolano queste concessioni in moda da rispondere alle esigenze della città». «Fino ad ora – ha aggiunto l’assessore
– si è creata una procedura anomale per cui i vari uffici hanno operato in maniera non omogenea nel rilascio delle autorizzazioni. Questo non è più possibile e stiamo mettendo a punto una disciplina lineare per la gestione di queste pratiche nel rispetto delle esigenze di tutti».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community