Foto

Un bolide illumina i cieli della Sardegna, le straordinarie foto del passaggio

SASSARI. Un bolide ha illuminato i cieli della Sardegna nella serata di ieri, venerdì 16. Una scia luminosa così intensa (alcuni hanno sentito anche una piccola esplosione), che è stata vista anche dalla Spagna e dal continente italiano. In questa gallery, una foto scattata a S'Archittu, Cuglieri, da Francesco Malica e pubblicata su Instagram, e i fotogrammi delle due registrazioni delle telecamere di videosorveglianza in una casa tra Sassari e Platamona (un ringraziamento particolare a Pietro Gaviano) (a cura di Federico Spano)

IL VIDEO DEL PASSAGGIO DEL BOLIDE

L'avvio della "Faradda" fra due ali di folla

L'avvio della Faradda fra due ali di folla. Macellai, Fabbri e Piccapietre fanno da apripista agli altri otto gremi che partecipano alla discesa dei Candelieri.  Impressionante il pubblico presente. Del resto i candelieri di Sassari rappresentano una delle fetse più seguite in Sardegna, amata visceralmente dai sassaresi e apprezzata tantissimo da tutti i sardi. (foto mauro chessa)

Le vacanze sarde di Elisabetta Canalis

«Parentesi di relax per l’ex Velina sassarese, che a 40 anni mostra un fisico invidiabile, ancora più bello e tonico di prima – scrive il sito on line gossipetv –. La palestra e le arti marziali hanno permesso a Elisabetta Canalis di raggiungere quella forma fisica che ha mostrato orgogliosa durante le sue vacanze a Tavolara, ad Alghero e a Sassari, dove ha incontrato componenti preziosi della sua famiglia e amici che non potrà mai dimenticare, anche se ormai vive lontana dalla sua terra. Con lei la mamma, la figlia Skyler Eva e il marito Brian Perri (ah, non mancano nemmeno i due bassotti!)» (foto dal profilo Instagram di Elisabetta Canalis @littlecrumb_)

L'ARTICOLO Le vacanze di Elisabetta Canalis

Tempio Pausania, la città dei colori: i palazzi diventano opere d'arte

TEMPIO. Il progetto "Tempio a colori" ideato da Manuel Marotto e sviluppato con ColorArt continua a crescere, con il contributo della Fondazione di Sardegna e dell'amministrazione comunale di Tempio, con l'ampliamento della proposta artistica trasformando definitivamente la città di pietra nella città dei colori, unica nel suo genere. "Tempio a Colori" entra in "Paratissima", network nazionale che si è sviluppato nel corso degli anni a partire dall'esperienza di Torino e che è a oggi alla 14/a edizione e in continua evoluzione. Nata a Torino come manifestazione off di Artissima, Paratissima è diventata infatti in pochi anni uno degli eventi di riferimento nel panorama artistico a livello nazionale. All'interno di Tempio a Colori, che propone allestimenti artistici disseminati in città, come il Lastricolor, ColorArt & Paratissima hanno sviluppato il progetto Urban Frames che coinvolge street artist ed artisti locali. Sono stati realizzati interventi su scala urbana strutturati come flash mob alla stregua di una live performance con la produzione sotto lo sguardo divertito dello spettatore; Tempio ospita ora sulle facciate di cinque edifici del centro storico le coloratissime incursioni artistiche realizzate su 77 tele. Gli artisti impegnati nella realizzazione del progetto di ColorArt & Paratissima sono: Riccardo Lanfranco "Corn79", Marco Cimberle "Mach505", Simone Sanna, Antonio Asara e Tomaso Pirrigheddu.

I nuraghi visti dal cielo, la Sardegna magica di Fabrizio Pinna

C'è chi colleziona francobolli, chi monete, poi ci sono quelli che "collezionano" nuraghi. Tra questi c'è Fabrizio Pinna, militare dell'aeronautica con una passione straordinaria per la fotografia (è bravissimo) e per l'archeologia della Sardegna. Passione che condivide con la sua compagna, Alessandra Cossu, e la splendida cucciola di Labrador, Farah, che li segue in tutte le avventure, dal mare alla montagna. In questa straordinaria serie di foto, trentuno nuraghi (in gran parte poco noti), fotografati dal drone da Fabrizio Pinna. Le immagini danno davvero l'idea di quanto straordinarie siano queste costruzioni millenarie. «Partiamo dicendo che non siamo archeologi, nella vita facciamo tutt'altro - spiega Fabrizio Pinna, ma siamo sardi e siamo orgogliosi delle nostre origini, con tanta voglia di far conoscere a tutti il patrimonio archeologico della nostra terra. Ci siamo messi questo obiettivo, e per renderlo possibile abbiamo deciso di utilizzare i nostri profili social personali per postare i nostri scatti, in modo da divulgare più informazioni possibili. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di un lavoro, ma invece no. Ogni giorno libero che abbiamo, e ogni risparmio, lo utilizziamo proprio per questo. Tutti i weekend programmiamo una zona da battere, studiamo i siti di interesse e via, si parte. Sarebbe bellissimo vedere sempre più persone interessarsi a questo stile di vita. Quest'isola non deve vivere solo di mare, le spiagge sono solo la cornice di un quadro meraviglioso chiamato Sardegna». (a cura di Federico Spano) (Ecco gli account Instagram di Fabrizio Pinna, Alessandra Cossu e Farah)

Il giro della Sardegna con un labrador e una macchina fotografica

Sassari, tutta la magia della Faradda nella discesa dei mini candelieri

SASSARI. Lunedì pomeriggio, preceduta dal rullo del tamburo, è partita la sfilata dei piccoli candelieri. Porta Sant’Antonio era un brulichio di gente ansiosa di vedere i gremianti in erba aprire le danze che in città faranno da colonna sonora fino al 14 sera. Diciotto formazioni composte da duecentotrenta bambini fra i due e i tredici anni hanno saputo infiammare la folla su corso Vico e in piazza Santa Maria. Nelle immagini, il gremio dei Viandanti (foto Ivan Nuvoli)

Spettacolo a Sassari con i mini candelieri

La discesa dei mini candelieri bambini, in questa edizione erano circa 230 suddivisi in 18 gruppi, ha anticipato la grande festa del 14 agosto. Scatenando comunque l'entusiasmo degli spettatori. (foto ivan nuvoli)

Giada Dettori, la giovanissima fotomodella di Ittiri che ama le arti marziali

SASSARI. Si chiama Giada Dettori, ha appena compiuto 18 anni, ma nonostante la sua giovanissima età, ha già una lunga esperienza come modella e fotomodella. Giada, che si diplomerà al liceo scientifico l'anno prossimo e che continuerà gli studi all'università (in psicologia o sociologia), ha iniziato a sfilare quando aveva 14 anni. A sedici anni ha lasciato le passerelle per posare come fotomodella per numerosi brand. Ne 2018 e nel 2019 è apparsa in vari videoclip musicali. La bella ittirese ha anche un'altra grande passione, quella per le arti marziali, che ha iniziato a praticare quando aveva appena 4 anni. «Sono una persona molto esuberante e solare - racconta Giada -, mi piace molto divertirmi e far divertire le persone, ho un legame molto forte con la mia terra essendo un'amante del mare. Adoro stare con le persone, avere contatti e scoprire nuove culture». (Giada Dettori su Instagram) (Gli autori di queste foto sono Riccardo Melosu, Emanuele Ferrari e Andrea Lucetti)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community