Luoghi: Stintino

Sanna: richiesta forte del territorio

Sanna: richiesta forte del territorio

di Giovanni Bua ; w; «Se la legge sul riordino degli enti locali deve essere modificata sia istituita anche la Città metropolitana di Sassari». Alza di nuovo la voce il capo di sopra dell’Isola. Che nel 2016 digerì di mala voglia la “riforma Erriu” che declassava il Nord Ovest a rete di Comuni. La stessa rete che questa mattina sarà a Cagliari, con il sindaco di Sassari Nicola Sanna, i capigruppo consiliari, di maggioranza e di minoranza, e gli altri sei primi cittadini “della Rete Metropolitana del Nord Sardegna”. A protestare di fronte alla sede del consiglio regionale dove è prevista la votazione della proposta di legge per l’istituzione della provincia del Nord-est. «Sarà l’occasione – attacca Sanna, che della Rete formata oltre che da Sassari da Alghero, Porto Torres, Sorso, Sennori, Castelsardo, Valledoria e Stintino, è presidente – per ribadire una richiesta forte del nostro territorio, sostenuta da tutte le forze politiche presenti nel consiglio comunale di Sassari e dall’assemblea dei sindaci, con delibera dello scorso 30 ottobre. Chiediamo che la Regione rilegga la situazione del nostro territorio e che ripari al torto che Sassari ha subito. Ci aspettiamo la presentazione di emendamenti che propongano una modifica al testo in discussione in Consiglio». Emendamenti che a esser sinceri sono già arrivati, con le opposizioni che non perdono l’occasione per girare il coltello nelle piaghe di una maggioranza regionale che già tre anni fa stoppò le accese rivendicazioni dei territori, con l’aiuto non dimenticato dei consiglieri regionali Dem del Sassarese. «Oggi abbiamo la possibilità di rimediare agli errori fatti dal centrosinistra – attaccano i consiglieri regionali di Forza Italia Marco Tedde e Antonello Peru che sul tema hanno depositato emendamenti ad hoc –. Adesso la classe politica del sassarese, che ha contribuito a privare Sassari del giusto ruolo di città metropolitana, ha la possibilità di ravvedersi». I due consiglieri sottolineano che la preoccupante deriva economica e sociale del territorio del nord ovest dell’isola può così essere invertita. Secondo i due esponenti di Forza Italia «Il riconoscimento del titolo di Città metropolitana darebbe a Sassari l’occasione per attirare risorse pubbliche e investimenti privati, e avviare un processo di rigenerazione economica e culturale». «Abbiamo presentato i necessari emendamenti – chiudono i due esponenti azzurri: che auspichiamo vengano condivisi da tutti i colleghi del sassarese e sostenuti dal presidente del consiglio regionale Gianfranco Ganau e dallo stesso Pigliaru».

Il sindaco: la Regione ripaghi Sassari del torto subito. Fi: errori del centrosinistra

Don Franco Manunta lascia l’incarico di parroco

Don Franco Manunta lascia l’incarico di parroco

PORTO TORRES. Don Franco Manunta ha lasciato in questi giorni - a soli due mesi dall’incarico - la parrocchia dello Spirito Santo. Una notizia improvvisa e per certi versi incomprensibile quella del...

Cirinà: premiati da impegno e spirito

Grande entusiasmo negli spogliatoi del Tonara alla fine del match. Super festeggiato il capitano Antonio Pili, autore di una pesantissima doppietta. Mister Cirinà si è complimentato con i ragazzi...

Trentasette telecamere per rilanciare la sicurezza

Trentasette telecamere per rilanciare la sicurezza

di Gavino Masia ; w

Partiranno a giorni i lavori di installazione dei sistemi di videosorveglianza Saranno dislocati in 11 punti sensibili individuati tra centro, periferie e agro

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare

Redazione | Scriveteci | Rss/xml | Pubblicità | Privacy

DBInformation SpA. - Sede Legale Viale Giulio Richard 1/a – 20143 Milano - Capitale Sociale Euro 120.000,00 i.v. - R.E.A. Milano n. 1280714 - Registro Imprese di Milano n. 09293820156 - CF e Partita IVA 09293820156.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.