vela

Alla Transat i due Mura risalgono posizioni

CAGLIARI. Bet 1128 condotto da Gaetano Mura affiancato dal co-skipper Sam Manuard, nonostante le avarie, recupera una posizione, mentre Andrea Mura vede sempre più vicino il traguardo, a bordo del...

CAGLIARI. Bet 1128 condotto da Gaetano Mura affiancato dal co-skipper Sam Manuard, nonostante le avarie, recupera una posizione, mentre Andrea Mura vede sempre più vicino il traguardo, a bordo del trimarano Rennes Metropole del francese Gilles Lamiré.

Sempre più avvincente la Transat J. Vabre, la regata transoceanica in doppio, partita quasi tre settimane fa da Le Havre e diretta a Itajai, Brasile: "Procediamo a buona velocità - dice Gaetano Mura - . Ogni movimento è faticoso. Abbiamo finalmente passato la linea dell'Equatore, un’ altra simbolica tappa importante del nostro lungo viaggio dall’Europa all’America".

Gaetano Mura sta tentando il tutto per tutto per recuperare posizioni, dopo la rottura al bombresso. Sono 22 i Class 40 rimasti in gara e lui è risalito in 12° posizione. Ma archiviate le ambizioni di vittoria ora l'importante è che si arrivi in Brasile,

che invece Andrea Mura vede quasi: è a meno di 200 miglia dal traguardo. In ritardo, il cagliaritano co-skipper del bretone Gilles Lamirè a bordo di Rennes - Metropole, nei confronti degli altri trimarani Multi 50, due dei quali già arrivati al traguardo due giorni fa.

Sergio Casano

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro