L’Andrea Doria approda nel porto della salvezza

La Seconda ai raggi X. Il team di Sedini taglia il traguardo con largo anticipo Il portiere Acaccia: «Nel Sassarese vincerà la Fulgor, mi ha deluso la Pietraia»

SASSARI. Nel girone H di Seconda l'Andrea Doria festeggia con 3 turni d'anticipo la salvezza, diventata certezza grazie al punto colto a Perfugas nel derby col San Giorgio. «Abbiamo disputato un'ottima gara - commenta soddisfatto il portiere Giuseppe Acaccia - e potevamo anche vincere, non siamo riusciti a difendere fino in fondo il gol di vantaggio ma per effetto dei risultati sugli altri campi va bene anche così. L'obiettivo è stato raggiunto".

Il tanto atteso momento della serenità è arrivato, ma tirando le somme in casa anglonese c’è anche un po' di amarezza per un avvio di stagione negativo, che ha finito per condizionare tutto il campionato. "L'inizio non è stato dei migliori - dice il portiere -. Pur giocando bene non arrivavano buoni risultati, ma quando è finito il rodaggio e il gruppo si è amalgamato c'è stato il cambio di passo, con 4 vittorie di fila tra la fine dell'andata e l'inizio del ritorno che ci hanno rimesso in carreggiata. Ci siamo sbloccati un po' tardi ma l'ambiente è sempre rimasto tranquillo, e un grande merito va al tecnico Antonio Pinna - prosegue Acaccia - che col suo lavoro a livello tattico ci ha consentito di uscire dal tunnel. Da sottolineare anche la crescita dei giovani, che si sono rivelati il nostro valore aggiunto".

Non è stato un cammino facile per i doriani, "in un girone impegnativo e interessante anche sul piano della qualità", osserva l'estremo sedinese.

"Io provenivo dal girone del Sassarese e sono rimasto piacevolmente colpito da questa esperienza in zona Anglonese-Gallurese. Mi aspettavo un clima più "battagliero" invece l'agonismo non ha prevalso sulle doti tecniche. Motivo di soddisfazione in più per aver raggiunto il traguardo, per nulla scontato e in largo anticipo". Nonostante il trasloco sul versante nord-est Acaccia ha seguito con interesse anche le vicende del girone G, che definisce "molto avvincente" e non si dice sorpreso dalla scalata al vertice dell'Ittiri. "Col potenziale di cui dispone non poteva non emergere, certo 12 vittorie di fila sono qualcosa di straordinario per qualunque squadra. Per la promozione credo che la Fulgor riuscirà a spuntarla, se non avrà contraccolpi dalla sconfitta nello scontro diretto. Pensavo però

di vedere tra le migliori anche la Pietraia, che invece ha deluso".

Acaccia coglie infine l'occasione per fare un sincero augurio a Gianni Solinas, il bravissimo portiere del Torralba che si è infortunato due mesi fa. "Un amico e un grande collega, spero di rivederlo presto in campo".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro