«L’Atletico Uri non fallirà e merita la promozione» Curiosando in Prima. Sandro Sanna, mister del Malaspina, elogia gli osilesi: «Conquistare la salvezza con un turno di anticipo è stata una grande impresa»

SASSARI. Penultimo turno con brivido in vetta al girone D di Prima, col capolista Atletico Uri che ha rischiato grosso a Stintino nello scontro diretto e con un pari in extremis ha conservato il...

SASSARI. Penultimo turno con brivido in vetta al girone D di Prima, col capolista Atletico Uri che ha rischiato grosso a Stintino nello scontro diretto e con un pari in extremis ha conservato il primato solitario per un punto, incalzato dal Tergu. Saranno i 90' di domani a dire chi brinderà all'Eccellenza, mentre in coda è già tutto deciso. Retrocesse La Corte e Luogosanto, andranno ai playout Burgos e Robur. Missione compiuta invece per il Malaspina, che violando il campo del Tissi Li Punti ha messo al sicuro la salvezza ed è grande la soddisfazione del tecnico Sandro Sanna: «Era un traguardo molto difficile da centrare in un campionato così combattuto e complicato, affrontato con un organico non sempre all'altezza e bisognoso di ritrovare fiducia e motivazioni. Aver raggiunto la tranquillità con un turno d'anticipo è un vero piacere».

La stagione osilese ha viaggiato sotto le attese, almeno nella prima parte, e quando Sanna è stato chiamato a risollevarne le sorti, alla quarta di ritorno, la squadra navigava in acque torbide. La classifica precaria non ha preoccupato il tecnico algherese, ormai specialista in situazioni difficili, e pian piano la china è stata risalita, fino al sospiro di sollievo tirato dopo l'ultima vittoriosa trasferta. «Per i risultati ottenuti - dice - devo ringraziare tutti, dalla società che mi ha individuato come guida per la rinascita ai ragazzi, che hanno creduto nelle mie idee e nel mio lavoro. Mi hanno seguito con nuovo entusiasmo, riacquistando l'autostima, e con una nuova organizzazione di gioco e un affinato senso tattico i risultati sono arrivati. La salvezza - prosegue Sanna - non era scontata in un campionato con valori tecnici proiettati verso l'alto, è un traguardo che anche alla luce del buon livello generale assume grandissima importanza».

Ormai archiviata la lotta per evitare bocciature, il girone tiene invece ancora aperta la porta al salto di categoria. Sanna commenta così la situazione al vertice: «E' stata una bella corsa a tre ed è un peccato che una debba restare fuori dai giochi promozione. Ormai è favorito l'Atletico Uri, non credo che avrà problemi a battere in casa il Mesu 'e Rios e vincere questo campionato. Anche se nel calcio nulla

va mai dato per scontato. Lo meriterebbe anche il Tergu, che ha disputato un'ottima annata e dovrà probabilmente accontentarsi dello spareggio. Ma va elogiato anche il cammino dello Stintino, che ha fatto benissimo e della rivelazione Tissi, brillante quarta della classe».

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community