Dyson, ormai è fatta Per il pivot invece bisogna aspettare

SASSARI. A meno di un improbabile colpo di scena notturno, Jerome Dyson è il nuovo playmaker titolare della Dinamo. Il giocatore aveva tempo fino a mezzanotte per esercitare l’opzione dell’Nba escape...

SASSARI. A meno di un improbabile colpo di scena notturno, Jerome Dyson è il nuovo playmaker titolare della Dinamo. Il giocatore aveva tempo fino a mezzanotte per esercitare l’opzione dell’Nba escape ma a poche ore dalla scadenza del termine ai dirigenti biancoblù non erano ancora giunti segnali in questo senso.

Il gruppo Dinamo è sbarcato ieri all’ora di pranzo in Sardegna, dopo una lunga settimana a Las Vegas per seguire la Summer League più frequentata degli Usa. Il presidente Stefano Sardara è rientrato sicuramente ottimista dalla trasferta, a cominciare proprio dal primo contatto con Jerome Dyson: «Lo abbiamo visto, abbiamo parlato a lungo – dice Sardara –, è sicuramente un’ottima persona. Al contrario di quanto si possa pensare, il fatto che si sia presentato a Las Vegas a cercare un contratto per me è stata una cosa positiva. Significa che è un ragazzo ambizioso ed è giusto esserlo, ha provato fino in fondo a giocare le sue chance e questo mi ha fatto piacere».

Il nodo del mercato biancoblù è adesso il pivot, l’ultimo pezzo che manca per completare il puzzle. E come già detto prima della partenza la Dinamo non ha fretta: «Abbiamo sfruttato questo viaggio per prendere tanti contatti e vedere tanti giocatori – aggiunge Sardara –, ribadisco che non abbiamo fretta di chiudere. Posso dire che stiamo seguendo tre, quattro, cinque situazioni importanti, abbiamo anche sotto tiro un paio di rookie. Detto questo vogliamo rifletterci bene, sicuramente un paio di queste situazioni sono molto importanti e per questo bisogna muoversi con cautela, asettare magari che

i prezzi calino e poi piazzare il colpo. Per quanto ci riguarda siamo molto sereni, crediamo di aver fatto un buon lavoro e aver costruito una squadra competitiva, adesso dobbiamo mettere dentro l’ultimo pezzo». Potrebbe essere per Ferragosto?: «Speriamo», chiude il presidente.(r.s.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro