PRIMA CATEGORIA

L’Ozierese rinnova il direttivo e ridà fiducia a Terrosu

OZIERI. L'Ozierese, una delle più antiche e gloriose società calcistiche dell'isola che, secondo quanto scrive nel suo informatissimo libro "Il calcio ad Ozieri" lo studioso Raimondo Meledina,...

OZIERI. L'Ozierese, una delle più antiche e gloriose società calcistiche dell'isola che, secondo quanto scrive nel suo informatissimo libro "Il calcio ad Ozieri" lo studioso Raimondo Meledina, risalirebbe al 1918, in settimana ha provveduto a rinnovare il proprio direttivo. Ne fa ancora parte Gigi Ladu da alcuni anni apprezzato presidente e che con ogni probabilità potrà essere confermato nell'incarico. Suo stretto collaboratore dovrebbe essere ancora Sergio Nuvoli. Al loro fianco agiranno col solito fattivo impegno: Michele Pintus, Aura Sotgiu, Rossana Boe (donna di sport assai esperta nel settore in quanto per anni è stata fra i più appassionati dirigenti dell'Ex San Nicola, oggi Mesu 'e Rios), Gianni Saba, Fiorenzo Saturno, già ottimo arbitro, Tore Pintus, Enrico Saba, Agostino Sechi, Stefan Mamia, Tore Nuvoli, Bachisio Cau. Tra le loro prime decisioni, la conferma dell'ingaggio come allenatore della compagine maggiore di Ferruccio Terrosu, già ottimo giocatore dei gialloblù, proveniente dal Mesu 'e rios che ha guidato con successo negli ultimi tornei; del medico sociale Mario Canu; dell'allenatore dei portieri Ciro Jacomino, del fisioterapista Stefan Molinu, e del direttore sportivo Tonino Arcadu. Fra giorni l'organico dei tecnici verrà definito con gli incarichi per i responsabili delle squadre giovanili, dagli junores ai mini-mini, con oltre 130 ragazzini iscritti. Incertezze sulla composizione della rosa della prima squadra che però potrebbero chiarirsi fra breve. A quanto pare sarà formata da quasi tutti elementi giovani in cerca di affermazione nati e formatisi, o già militanti, in compagini del territorio, quali Buddusò, Ittireddu, Pattada, Oschiri. Certo è che la capacità di Ferruccio Terrosu, già più volte dimostrata, di saper ben lavorare con i giovani rappresenta una solida garanzia. Appuntamento quindi per

iniziare la preparazione in vista della disputa delle gare d'esordio per la Coppa Italia, al 20 agosto nello stadio Angelo Masala che ci si augura abbia a presentare un rettangolo di gioco rinnovato nel fondo e perciò quanto più rispondente alle esigenze degli atleti.

Gerolamo Squintu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli