L’Alghero è a caccia degli ultimi tasselli, obiettivo salvezza

Si riapre la trattativa con Urgias, piace il difensore Mura Sabato al “Mariotti” l’esordio in coppa col Calangianus

ALGHERO. L’Alghero prende forma in vista dell’esordio in Coppa Italia fra sei giorni contro il Calangianus. Mentre la squadra prosegue la preparazione agli ordini di mister Gianmario Rassu, la dirigenza sta cercando di chiudere le trattative con diversi giocatori. Stando ai “si dice”, si sarebbero infatti sbloccate alcune operazioni che sembravano essersi arenate, come quella per portare in giallorosso il centrocampista Marco Urgias, un giocatore di sicuro affidamento sotto il profilo tecnico e sotto quello della personalità. Un altro acquisto importante è senza dubbio quello che riguarda il portiere Domenico Magliona, il quale dopo le tante stagioni vissute prima con il Latte Dolce e poi con altre società dell’hinterland ha deciso di indossare la casacca giallorossa. Un gradito ritorno è quello di Giulio China, giocatore poliedrico che può essere utilizzato sia in difesa che a centrocampo.

In queste ore, inoltre, si stanno seguendo diverse piste per altri due tre giocatori d’esperienza, uno per ogni ruolo. Per la difesa piace parecchio Francesco Mura, che dopo l’esperienza delle ultime due stagioni con Torres e Porto Torres, potrebbe decidere di restare in zona per motivi di studio e scegliere quindi la proposta dell’Alghero. Mura aveva già indossato la maglia catalana nell’anno della promozione al campionato di Eccellenza. Nel suo curriculum anche un paio di stagioni col Fertilia sempre in Eccellenza e con il Tavolara in serie D. In ballo c’è anche la scelta di un attaccante, ruolo riguardo al quale si fanno diversi nomi.

Insomma un Alghero che si presenta con tanti giovani e qualche giocatore esperto che farà da “chioccia” per una stagione nella quale l’obiettivo è chiaramente la salvezza. «Sarà una scommessa, con una squadra imbottita di giovani e l’inserimento di alcuni esperti – ha detto il tecnico Rassu –. Siamo tutti in discussione, per cui ciascuno dovrà dare il suo apporto. Per quanto mi riguarda ci tengo a fare bene. Sarà un campionato difficile, ma credo che qualche soddisfazione possiamo togliercela».

Intanto ci si prepara per l’esordio in Coppa Italia e poi, dal 7 settembre, sarà già campionato. Sabato esordio in coppa al Mariotti contro il Calangianus. «Sarà sicuramente un momento emozionante – ha evidenziato il nuovo allenatore catalano –, perché dallo stadio “Mariotti” manco dal 2006 e per me sarà come fare un salto indietro di qualche anno. Ricordo l’entusiasmo e l’affetto di tanti tifosi. Certo, i tempi sono cambiati e nel frattempo sono mutate anche parecchie situazioni. In ogni caso, da parte mia, spero di poter raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissi con serenità. E sono sicuro che non mancheranno l’impegno e la serietà anche da parte di tutta la squadra».

Conclude Rassu: «Ci tengoa ringraziare la dirigenza dell’Alghero per l’ opportunità

di ritornare in un posto straordinario che mi ha offerto. Ma ringrazio anche il Torralba, la squadra che ho allenato la scorsa stagione. sfiorando la promozione. Quella nel Meilogu è stata una stagione ricca di emozioni, che spero di rivivere nella Riviera del Corallo».

Nicola Nieddu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller