Uri avanti in Coppa ma anche l’Usinese sarà protagonista

L’Atletico si aggiudica lo scontro fra big e passa il turno Decide un calcio di rigore trasformato da Giovanni Cuccu

USINI. Un match dai due volti tra l’Usinese e l’Atletico nella gara di ritorno del primo turno di Coppa Italia, due squadre che faranno parlare tantissimo durante il campionato per spessore tecnico e qualità tecniche. La differenza l’ha fatta il risultato di 2-1 a favore dell’Atletico Uri. La squadra di mister Giovanni Muroni passa il turno mentre l’Usinese manda in archivio la Coppa Italia per concentrarsi nel campionato. In effetti se si voleva ambire al passaggio del turno Peppone Salaris avrebbe potuto schierare i tanti fuoriclasse a disposizione (in panchine c’erano Tore Pinna, Matteo e Luca Tedde, Andrea Merella, Stanis Forte in tribuna e Fabrizio Serra non è stato rischiato a causa di una leggera contrattura). Questo non toglie i meriti dei ragazzi che sono scesi in campo, anzi, si può dire che hanno retto bene l’incontro senza cedere minimamente. Un primo tempo caratterizzato dalla più dinamicità dell’Atletico che è riuscita a costruire alcune azioni di pregevole fattura arrivando fino al gol al 14’. La ripresa l’ha fatta la squadra di Salaris dando più spinta alla manovra offensiva giocando con ordine e con buone geometrie fino ad arrivare al pari. A decidere la gara è stato un rigore concesso per fallo di mani in area e trasformato da Giovanni Cuccu. Peppone Salaris gioca col 4-4-1-1. Sanna tra i pali, al centro della difesa Mattiello e Pirino, sulle corsie esterne Rubattu e Lampis. In mezzo al campo Ferraioli e Congiu, con Muroni a sinistra e Manca a destra. Marongiu gioca a ridosso dell’avanti Falchi. L’Atletico presenta quasi tutti gli stessi uomini della gara di domenica scorsa ad eccezione di Fadda e Cardone che partono dal primo minuto. Si parte con grande intensità, le due squadre prendono le misure, ma a beffare i padroni di casa al 14’ è stata una fulminea ripartenza dell’Atletico. Mura riceve a sinistra, appoggio per Borrotzu che fa filtrare all’interno dell’area per l’accorrente Puddu che infila l’1-0. L’Usinese accenna la reazione spingendosi in avanti e al 22’ con Muroni, tiro e palla fuori di poco. Lo stesso Muroni ci prova al 28’: la difesa si salva in angolo. Dopo la pausa l’Usinese si fa pericolosa con un gran

tiro da fermo di Mattiello che impegna Mariano alla deviazione in angolo. La grande giocata tra Matteo e Luca Tedde viene concretizzata in rete da quest’ultimo con un tiro potente dalla distanza, imparabile per Mariano. Il match si chiude col rigore trasformato da Cuccu.

Franco Cuccuru

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller