«L’Usinese è la squadra più forte del torneo»

Promozione. Stefano Udassi, tecnico del Tergu, è tornato in pista ottenendo subito una vittoria

SASSARI. Al quinto turno rallenta l'Usinese, stupisce l'Atletico Uri, inciampa in casa il Codrongianos e brinda al primo successo il Tergu, che celebra al meglio il cambio in panchina. A guidare la neopromossa da qualche giorno è Stefano Udassi, che il campionato di Promozione lo conosce bene, avendolo vinto la scorsa stagione alla guida del Castelsardo. «Sono motivato e contento di essere in questa società, ho subito sentito fiducia nei miei confronti. La panchina mi mancava e affronto questa esperienza con una gran voglia di far bene, la prima verifica è stata positiva e sono arrivati 3 punti vitali per l'autostima. Si può andare verso l'obiettivo con serenità».

La salvezza sembra il traguardo obbligato per una matricola che si è affacciata nella categoria in modo un po' stentato, ma il nuovo mister resta sul vago, dicendo che «progetti a lungo termine in questo momento non se ne possono fare, meglio concentrarsi su ogni gara cercando di ottenere il massimo, buttando il cuore oltre l'ostacolo come hanno fatto i ragazzi domenica».

Una vittoria strappata a tempo scaduto. «E' maturata in extremis - commenta Udassi - grazie al gran gol di Tore Pinna. Ed è stata meritata, per la determinazione dimostrata anche in inferiorità numerica. La squadra era in 10 ma non ha rinunciato all'idea dei 3 punti". La panoramica offerta dalla classifica dopo 5 giornate non rivela granchè sui suoi possibili sviluppi al vertice e l'allenatore sassarese vede molte similitudini con l'annata scorsa. «Per il momento c'è equilibrio e qualche risultato "strano", come il pari interno dell'Usinese col Sorso. Succedeva così anche un anno fa, nei primi mesi nessuna si staccava e in tante si davano battaglia nelle prime posizioni. Poi è emerso il mio Castelsardo e credo che potrà emularlo l'Usinese, che dovrà guardarsi dal Montalbo e da un Atletico Uri dotato di un potenziale offensivo di prim'ordine. Quella rossoblù è la squadra più completa ed esperta».

Nel prossimo turno il Tergu rende visita al Codrongianos, avversario in difficoltà che però tiene in allarme Udassi: «Non mi aspettavo che perdesse in casa con l'Orosei, ha subito l'occasione per

rifarsi sul proprio campo ma ci faremo trovare pronti e col morale alto dopo il primo successo. Non mi inganna la sua penultima posizione, adesso - conclude - la classifica conta poco nella valutazione degli avversari, so che sarà una battaglia. Che cercheremo di vincere».

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro