Si rivede Redenta Tiria nuovo ko per Surunessa

Ultima giornata di corse al galoppo sulla pista dell’ippodromo di Chilivani Cavalli e fantini si trasferiscono a Sassari per una coda di stagione al Pinna

CHILIVANI. Gran Galà di chiusura a Chilivani con la disputa dei Gran Premi finanziati dalla Regione, tra conferme e sorprese. Ad aprire le danze l'arabo di 3 anni Fedayn, che, in simbiosi con Alberto Bianchina, gestisce a piacimento degli avversari, regalando a Giovanni Floris l'intera posta del Premio Agenzia Agris-Dipartimento di Ricerca per l'Incremento Ippico. Il figlio di Caligola e Damian, dell'allevamento Putzu di Olbia, conferma la bontà della linea e pur con ancora irrisolti problemini caratteriali e dimostra, dopo la conquista del Derby Italiano del Purosangue Arabo di essere in possesso di tutti i requisiti per diventare un campioncino. Sisto, della scuderia Meloni, primo dei battuti, al secondo posto, precedendo Sibillina e Socrate del Ma, a chiudere il quartetto dei premiati.

Ancora Fadda sugli scudi nel G.P. Assessore all'Agricoltura, che gradua Santu Padre fin dalla partenza, imponendo il ritmo alla corsa per incrementare l'azione all'ingresso in retta sotto gli attacchi diretti di Samaritana, vincitrice del Gran Premio, con il pupillo della scuderia Piras di Bortigali che stavolta inverte la linea e precede all'arrivo la figlia di Bandolera. Come previsto in sede di presentazione, Tonino Cottu piazza ai primi tre posti soggetti in training presso la sua scuderia, piazzando al terzo posto anche Smeraldo Nulese. A chiudere il marcatore Scatta Danzing. Sorpresa ma non troppo nel G.P. Presid. Giunta Regionale, dov Seladelmonteacuto, in crescita costante di condizione, sorprende tutti con Marco Biagiotti in sella risucchiando tutti gli avversari fino a trionfare con 3 lunghezze di vantaggio su una delusissima Sorunessa che ancora una volta si deve adeguare al secondo posto con Solu Tue Due al terzo e Serbona al quarto. Splendido rientro in Sardegna per Redenta Tiria, che reduce dalla trasferta corsicana fa suo il Regione Autonoma della Sardegna spadroneggiando in lungo e in largo da un capo all'altro con Lello Fadda in sella e infliggendo 7,5 lunghezze a Piccola Pi, prima delle inseguitrici con Nanni Narciso e Rijaid a "paletti". Da favorito indiscusso, Nasco, con Mario Sanna in cabina di pilotaggio, non tradisce le attese e domina il Premio Assessorato Turismo e Artigianato, chiudendo al tot nazionale a 1,13. Piazza d'onore per Quirra By Espana, poi Quadro di Chia con Quadrifoglio al quarto posto. In apertura di convegno, Gianluca Fresu gioca d'anticipo e lancia Dream Free in avanscoperta lungo la curva conclusiva guadagnando le lunghezze sufficienti a condurre in porto il baio della scuderia Demuro che griffa il Badde Salighes precedendo Frankolin, a sua volta davanti a Notte Rosa e Scrigno.

La Selvetta e Gavino Sanna sorprendono tutti nel S.Antonio di Bolotana, che alla interessante quota di 11,36 impallina Capitan Mattia con Gelato al Limone terzo, davanti a Insak, per una trio da 477,75 euro. Ora l'attività agonistica sposta le attenzioni verso Sassari.

Tore Budroni

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro