L’Ottava di Andrea Mura sceglie il basso profilo

Curiosando in Prima. «Voliamo bassi, possiamo migliorare. Le favorite? Attenzione al Li Punti»

SASSARI. Lo Stintino ha ripreso a correre al vertice del girone C di Prima categoria, battendo il Buddusò e aumentando il passo sul Li Punti, bloccato sul pari a Burgos. Impantanato sulla parità, ma casalinga, anche l'Ottava che viaggia su piccoli numeri (una sola sconfitta, poche vittorie e pochi gol fatti, ma anche subiti) ma non deraglia dal progetto salvezza, conservando una centrale e tranquilla posizione in classifica.

"Noi mina vagante del torneo? Sarebbe già tanto, abbiamo avuto un buon inizio, ma c'è parecchio da lavorare per migliorare ed evitare ogni pericolo di retrocessione. Insomma, bisogna volare bassi".

Lo afferma Andrea Mura, l'anno scorso capace di far ammattire con i suoi guizzi sulla fascia sinistra i rocciosi difensori laziali in serie D e ora, sottolinea, "catapultato su un altro pianeta del pallone, dove le differenze sono davvero tante". Dalla maglia del Latte Dolce a quella della matricola di borgata, una scelta dettata da motivi professionali che lo costringono a disertare più di una gara. Ma quando è in campo è un jolly offensivo che l'Ottava può giocare per compiere il salto di qualità, "in un campionato duro e impegnativo, un po' confuso tatticamente e con direzioni arbitrali in tono con l'inesperienza generale".

Le ultime parole sono figlie della delusione maturata con la sfida col Porto Rotondo, chiusa con un'altra parità (la quinta stagionale) e tanto rammarico. "In questo periodo - sostiene Mura - ci sta accompagnando anche un bel po' di sfortuna. La nostra prova è stata condizionata da due espulsioni eccessive, decise frettolosamente e causa di difficoltà impreviste, contro una buona avversaria come la squadra gallurese, che presto vedremo in alto. Considerando la pesante inferiorità numerica possiamo comunque dire di aver ottenuto un buon punto, che segue quello conquistato sul campo del Malaspina. A parte l'amarezza per la vittoria mancata c'è anche un problema emergenza, da affrontare a Buddusò, ancora sconfitto e sempre più bisognoso di punti. Non sarà facile, ma abbiamo il carattere per giocarcela, come sempre". Il volo in vetta dello Stintino fa pensare che la promozione sia

un capitolo già scritto, ma per Andrea Mura "non sarà corsa solitaria, il difficile deve ancora arrivare e molto dipenderà dal passo che sapranno tenere le rivali. Il Li Punti non molla e domenica sfrutterà la chance dello scontro diretto in casa, per accorciare le distanze".

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller