Stesso cognome, 32 anni di differenza: a Olbia festeggiano il gol due Deiana

Hanno lo stesso cognome (Deiana) e domenica pomeriggio si sono trovati uno di fronte all’altro durante il corso della gara del Caocci di Olbia tra il Porto Rotondo e il Burgos, partita valevole per...

Hanno lo stesso cognome (Deiana) e domenica pomeriggio si sono trovati uno di fronte all’altro durante il corso della gara del Caocci di Olbia tra il Porto Rotondo e il Burgos, partita valevole per la decima giornata nel girone C del campionato di Prima categoria. Entrambi sono andati a segno e sono finiti nel tabellino dei marcatori del 7-1 con cui la squadra olbiese ha superato l’avversario. La curiosità è che tra i due giocatori ci sono la bellezza di trentadue anni di differenza: 16 Fabrizio (attaccante del Porto Rotondo) e 48 Giovanni attaccante del Burgos.

Fabrizio Deiana (classe 1998) è una giovane promessa del settore giovanile del Porto Rotondo, dove si è messo in evidenza, attirando l’attenzione dell’allenatore della prima squadra Simone Marini, il quale già lo scorso anno nel campionato di Promozione lo fece debuttare facendolo giocare spesso e volentieri nei titolari. Quest’anno la storia si ripete anche se domenica è partito inizialmente dalla panchina. Quando però è entrato in campo nel secondo tempo ci ha messo pochi minuti per andare in gol. Giovanni Deiana invece è un classe 1966 e continua a giocare con la passione che lo ha sempre contraddistinto: un autentico zingaro del pallone che ha giocato in tutte le categorie

dilettantistiche regionali, Domenica quando ha visto l’omonimo andare a segno ha pensato che era arrivata l’ora di realizzare almeno la rete della bandiera, riuscendoci sei minuti dopo. Per Giovanni è la seconda marcatura stagionale, mentre per Fabrizio è il primo centro dell’ann. (p.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller