Il Torralba resta in corsa per un posto nei playoff

La Seconda ai raggi X. Il mister Adriani: «Dietro il Cus ci siamo noi, decideranno gli scontri diretti»

SASSARI. "Il primato non è mai stato un traguardo, la nostra ambizione è sempre stata rivolta a migliorare il già ottimo quarto posto dell'anno scorso".

Lo ripete ancora una volta Walter Adriani, tecnico del Torralba che dopo la quinta di ritorno naviga in sesta posizione nel girone H di Seconda. Il ritardo dalla coppia Olmedo e Ossese, che staziona in seconda posizione, è di 6 punti e pertanto si resta in linea con i programmi. "Per un posto alle spalle del Cus, che sta facendo corsa solitaria anche se non è più brillante come prima, ci siamo anche noi. L'obiettivo è restare nella scia delle prime, per arrivare al periodo degli scontri diretti a stretto contatto e giocarcela fino in fondo".

Dopo le sconfitte con Lanteri e Thiesi in chiusura d'andata e il pareggio col San Paolo, il Torralba sembrava avviato a un ruolo di secondo piano, ma tre vittorie di seguito (col turno di riposo già effettuato) lo hanno rimesso in corsa. Soprattutto l'exploit della scorsa domenica sul campo del Pietraia, commentato così dal mister: "Quella trasferta ha rappresentato un bivio: vincere per continuare a sperare in qualcosa d'importante o rimettere le ambizioni nel cassetto. Abbiamo affrontato i 90' con la "ferocia" di vincere a tutti i costi e i 3 punti, importantissimi, sono arrivati, consentendoci di rimanere nel gruppo delle migliori. Altrettanto cuore dovremo mettere nel prossimo impegno casalingo con l'Ardara, una mina vagante che non avendo problemi di classifica è rivale indecifrabile e dunque ancora più temibile. Si dice sempre - aggiunge Adriani - che sono le motivazioni a fare la differenza e sotto questo aspetto noi ci siamo".

Consapevole che molto sarà deciso dagli scontri diretti il pensiero spazia anche alla lotta per il primato, che vede favoriti i sassaresi del Cus. Che però nelle ultime due partite hanno raccolto un solo punto.

"Prima o poi tutte le squadre hanno un momento di calo, è fisiologico e non è certo il caso di parlare di crisi per una piccola flessione, che ci sta dopo un gran numero di vittorie. I rossoblù vantano ancora un buon vantaggio e hanno l'esperienza per gestirlo

in tranquillità, anche se Thiesi, Olmedo e Ossese sono agguerritissime e daranno filo da torcere". In coda è sempre più buia la situazione del San Domenico, all'undicesima sconfitta consecutiva, e arrancano Maristella e La Corte, principali indiziate per la retrocessione.

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community