A Chilivani è già pienone l’Ippica debutta col botto

Tribune affollate e sei gare molto combattute sulla pista dell’ippodromo ozierese I primi vincitori del 2015 sono Torres, Tornado, Orpen, Roy Flyer e Uprise

CHILIVANI. Riparte la stagione del galoppo isolano e l'ippodromo fa il pieno di pubblico. In una giornata non esattamente primaverile, segnata da un fastidioso vento freddo gli appassionati non sono voluti mancare e le attese sono state ripagate da sei corse spettacolari che hanno segnato il debutto in pista degli angloarabi di 3 anni e dei pari età purosangue inglese. Alla prima apertura delle gabbie, Torres de Bonorva, della scuderia Testoni, centra il bersaglio grosso con Pasquale Salis in sella. A contatto dei primi fino al curvone che immette in dirittura, il figlio di Canapino e Spartana, si svincola dalla determinante scartata verso l'esterno del battistrada Tacitolecito e arroccandosi allo steccato si distende in retta, precedendo Topazio, Tisserand e Tacitolecito che nell'ordine hanno completato il marcatore.

Puria arabi al debutto nel Premio Thaora con la scuderia Pinna che non delude le attese. Tornado By Zucchele (molto bello al tondino), con Antonello Fadda in sella, fatica un pochino ad aver ragione di una coriacea Tambene Dezamaglia con cui ha ingaggiato lotta fino in prossimità del traguardo. Ottima l'impressione alla prima per entrambi che a loro volta hanno preceduto Turriga e Thair per i posti utili per la moneta.

Orpen Light e Sandro Gessa giocano d'anticipo e sorprendono tutti nel Comune di Stintino e dopo aver respinto le ultime "bordate" piazzate da Notte Rosa, la portano a casa con Palmerina a chiudere al terzo posto.

Pronostico rispettato anche da Roy Flyer, che fa valere la miglior classe e Valentina Ogliadoro che griffa la Gentleman sui 1600 metri. La positiva Yaky Mahora, sempre in quota, si adegua al posto d'onore con Fornovo al terzo e Relco Venere al quarto.

Chiusura senza patemi per Uprise che porta in doppio di giornata Lello Fadda, tagliando il traguardo davanti a

tutti nel S.Teresa di Gallura. Riottoso alle gabbie alla penultima, stavolta il figlio di Pivotal e Soar si comporta da atleta navigato e dispone a piacimento dei 14 avversari, anticipando al palo un buon Angelo Baio, con Dalacara a seguire, a sua volta davanti all'esperto Psitta. (t.b.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller