Vai alla pagina su Tutto Dinamo

BASKET»NASCE LA DINAMO DEL DOPO-SCUDETTO

SASSARI. La guardia Jack Devecchi, l’ala Brian Sacchetti, il play guardia MarQuez Haynes e per l’altro play Rok Stipcevic mancherebbero solo i dettagli. La Dinamo parte dai «bassi» ma non dal basso,...

SASSARI. La guardia Jack Devecchi, l’ala Brian Sacchetti, il play guardia MarQuez Haynes e per l’altro play Rok Stipcevic mancherebbero solo i dettagli. La Dinamo parte dai «bassi» ma non dal basso, per ricostruire la squadra che dovrà difendere scudetto, coppa Italia e supercoppa e cercare di fare un passo in avanti in Eurolega.

E’ il momento degli incastri, delle penne sospese sui fogli, del... se Logan resta bisogna fare un altro ragionamento. E i ragionamenti proseguono, mentre si illuminano due nomi in particolare: quello del pivot-ala grande Gani Lawal e quello del play Lorenzo D’Ercole. Li accendiamo?

Il general manager Federico Pasquini e coach Meo Sacchetti in primis lavorano a strettissimo contatto con il presidente Stefano Sardara. L’uomo mercato della Dinamo Banco di Sardegna in questi giorni è a Las Vegas per assistere alla Summer League della Nba, per visionare giocatori e valutarli caratterialmente, ma anche per parlare con procuratori e dirigenti di squadre di mezza Italia e mezza Europa. Il basket a questi livelli si gioca anche così, e la Dinamo anche sotto questo aspetto sta mettendo a frutto l’esperienza maturata in anni importanti.

Nel mirino in particolare gli uomini che possano dare spessore al gioco sotto canestro, settore nel quale in particolare in Europa i biancoblù devono ancora crescere per reggere l’urto delle big. I nomi non si fanno, coach Meo Sacchetti ci sorride sopra: «I nomi li abbiamo ma non si dicono, l’abbiamo già pagato sulla nostra pelle: sembrava fatta, sono usciti e il giocatore non è arrivato. Come sostiene Trapattoni, mai dire gatto se non l’hai nel sacco».

Nel mirino di sicuro – mentre timidamente spunta l’opzione dell’ex Milano Elegar – c’è comunque, oltre al play D’Ercole che piace per fisico e combattività e che potrebbe non avere problemi a lasciare una Virtus Roma in crisi economica, Gani Lawal. Non Shane, ma un giocatore simile per atletismo, più forte fisicamente anche se magari un

po’ meno agile, e comunque da valutare alla luce del trattamento-Sacchetti. I tifosi della Dinamo lo ricordano bene, nel 2012-2013 con la maglia della Virtus Roma batté la Dinamo segnando in faccia a Easley 34 punti in 30 minuti, con l’85% ai liberi, 8 schiacciate e la bellezza di 17 rimbalzi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller