calcio

Mostra il dito medio al pubblico "nemico": Daspo di un anno a dirigente del Latte Dolce

Arriva la punizione per il 59enne che si era reso protagonista dell'episodio nella finale dei playoff dell'Eccellenza contro il Castiadas disputata campo neutro di Oristano

SASSARI.  Daspo per un anno:  un dirigente accompagnatore del Latte Dolce di Sassari, F. A. M. di 59 anni, non potrà avvicinarsi alle manifestazioni sportive. Questo perché ha alzato il dito medio davanti ai tifosi del Castiadas nei minuti finali dell'incontro, ormai perso, giocato a Oristano.

Il provvedimento è stato disposto dal questore di Oristano per il comportamento tenuto dal dirigente durante la finale regionale playoff di Eccellenza disputata il 1° maggio.

Correva il 49' del secondo tempo regolamentare e  il Castiadas vinceva per 6-3, quando l'arbitro aveva estratto il cartellino rosso contro il dirigente accompagnatore, che per tutta risposta si era diretto verso

il centro campo suscitando le proteste dei tifosi avversari, ai quali replicava mostrando il dito medio.

«Solo l'intervento della polizia - spiega una nota della questura - evitò l'invasione di campo e tutte le possibili conseguenze del gesto di cattivo gusto rivolto ai tifosi».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro