Calcio dilettanti, dai campionati sardi spariscono 35 società

La Figc comunica i nomi dei club che non si sono iscritti al torneo di competenza nella stagione 2015-16

CAGLIARI. Sono ben trentacinque le società che causa problemi economici non cominceranno la stagione agonistica 2015/2016 e che pertanto spariscono dalla geografia del calcio dilettantistico isolano. Questo l’elenco reso noto dal Comitato regionale Figc.

Accademia Dolianova, Ardara, Cannigione, Folgore 2012 Gonnoscodina, Nuova Sanlurese, Polisportiva Orunese, ASD Quartucciu, La Corte, Real Porto Pino Sant’Anna Arresi, Polisportiva Gadoni, Siamanna 2000, Palmas 95, Polisportiva Sardara 1983, Mediterranea Olbia, Robur Sennori, Calcio San Sperate, Trisailis Villagrande Strisaili, Vigor Capoterra, Buggerru, Barbusi, Alerese Ales, Masullese Masullas, Cargeghe, Mara, Muros, Osilese, Pietraia Alghero, Atletico Bacu Abis, Italpiombo San Gavino, Lanusei 2014, Sporting Valledoria, Is Arenas Quartu Sant’Elena, Ardauli, Sanluri, Bindua.

In base all’articolo 110 punto 1 delle normative Figc, i calciatori vincolati alle suddette società sono liberi d’ufficio e possono quindi possono esseresseratiper qualsiasi altra squadra, sottoscrivendo il modulo di “nuovo tesseramento” alla Figc.

A queste dolorose rinunce fanno però da riscontro le ben duecentododici formazioni che a partire dal 4 ottobre prossimo si daranno battaglia nel nuovo campionato di Seconda categoria, un torneo dove sicuramente non mancheranno i motivi d’interesse, visti i tantissimi derby in programma.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller