Dorgali, Davide Carrera scende a 85 metri: è il record mondiale di tuffo in apnea

L’atleta piemontese ha realizzato il nuovo primato a Cala Cartoe scendendo in 2 minuti e 23 secondi

CALA GONONE. Operazione compiuta e record centrato, a dispetto delle forti correnti e di un clima inclemente. Alle prime luci dell’alba di ieri Davide Carrera si è aggiudicato il record mondiale di tuffo in apnea, discendendo in due minuti e 23 secondi tutti gli 85 metri di profondità che lo separavano dal relitto della Ugo Bassi, adagiato sul fondale al largo di Cala Cartoe.

Il record è stato fissato alle ore 9.55 tra gli applausi dei pochi presenti viste le condizioni del mare. Il recordman, torinese, classe 1975, reduce dal primo posto nell’ultima tappa del campionato italiano di apnea disputatosi a Villasimius il 27 settembre, ha sfidato il maltempo di questi giorni trovando solo ieri una finestra di qualche ora appena per concretizzare l’impresa all’alba di ieri.

«Il precedente tentativo del 25 settembre – spiega Paolo Insolera organizzatore dell’impresa – era stato rinviato a causa delle forti perturbazioni che si sono abbattute sull’isola e dal fermo dell’Autorità Portuale. Condizioni che avevano fatto strappare la promessa a Carrera di ritentare la discesa il 29 settembre, unica data disponibile prima del suo appuntamento con i campionati mondiali di apnea che si disputeranno a Ischia».

Un momento della discesa di Davide...
Un momento della discesa di Davide Carrera a 85 metri

L’atleta, supportato dal team della Blù Best si è immerso nelle acque di Cala Cartoe, a sei miglia da Cala Gonone, per discendere verticalmente verso il relitto del piroscafo Ugo Bassi, affondato da un sommergibile inglese durante il secondo conflitto mondiale.

«Inizialmente eravamo preoccupati per il vento e le onde – ha commentato a caldo Carrera – ma appena arrivati sul posto abbiamo trovato delle buone condizioni. L’acqua limpida, la poca corrente e un buon team hanno reso possibile il tuffo».

Sardegna 2014, il record di Natalia Molchanova: 237 metri in apnea dinamica Ancora non si hanno notizie della campionessa di apnea Natalia Molchanova scomparsa il 2 agosto durante un'immersdione alle Baleari. Nelle immagini l'atleta ripresa durante i campionati mondiali Aida 2014 quando in Sardegna ha segnato un nuovo record di apnea dinamica percorrendo 237 metri
Sardegna 2014, il record di Natalia Molchanova: 237 metri in apnea dinamica Ancora non si hanno notizie della campionessa di apnea Natalia Molchanova scomparsa il 2 agosto durante un'immersdione alle Baleari. Nelle immagini l'atleta ripresa durante i campionati mondiali Aida 2014 quando in Sardegna ha segnato un nuovo record di apnea dinamica percorrendo 237 metri

Questo record si aggiunge a quello conquistato a Santa Marina Salina nelle isole Eolie, dove si è aggiudicato il primato mondiale di apnea in assetto costante, con una discesa di 94 metri di profondità in soli due minuti e 43 secondi.

Già assistente del campione di apnea Umberto Pellizzari, nel ’96, Carrera vinse a Nizza il suo primo campionato delmondo di apnea a squadre ripetendo l’impresa nel 2001.

Il record realizzato dall’atleta piemontese, si inserisce all’interno di una serie di iniziative della Borsa internazionale del turismo attivo 2015, promossa dal comune di Dorgali e in programma dal 2 al 4 ottobre.

«Siamo entusiasti di questa performance che lega questo campione alla nostra magnifica terra – ha commentato l’assessore Stefano Lavra –. Queste iniziative hanno lo scopo di far conoscere e promuovere le potenzialità del turismo attivo e del territorio locale in tutto il mondo. A Carrera vanno i nostri complimenti per questa grande impresa».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community