Il Cus Sassari sgretola la torre del Malaspina ed è a -1 dalla vetta

Sblocca Sannio nella ripresa, bis di Auneddu nel recupero Gara tutto cuore degli osilesi, vicini al pareggio nel finale

OSILO. Tre punti d’oro quelli conquistati dal Cus Sassari contro il Malaspina sul difficile campo di Osilo. Una vittoria sofferta che porta i sassaresi ad un solo punto dalla vetta del girone dietro la capolista Ottava, sconfitta in casa dal Berchidda.

Si è assistito a una partita giocata prevalentemente a centrocampo con poche azioni da gol degne di nota. Nel primo tempo le due compagini si sono limitate a non far correre rischi alle rispettive difese che non hanno dovuto faticare troppo, se si fa eccezione per qualche sporadica azione proposta dai centrocampisti (Rizzu e Marongiu in casa osilese, Derudas e Sannio sul fronte sassarese) infrantesi al limite dei sedici metri avversari.

Decisamente diversa la seconda parte della gara, nella quale le due squadre hanno avanzato il baricentro del gioco, creando belle ed emozionanti azioni in area. Dopo soli sei minuti della ripresa arriva il gol del vantaggio per il Cus Sassari: cross dalla destra di Derudas, in area si avventa sulla palla Sannio che tocca di quel tanto che basta per superare il portiere di casa. Il Malaspina non ci sta e si geta in avanti alla ricerca del gol del pareggio. Al 14’ c’è una bella triangolazione Sanna-Nieddu, il diagonale di quest’ultimo sfiora il montante alla destra di Zaccheddu. Due minuti dopo è la volta di Zichi che, ricevuta la sfera da Rizzu (tra i migliori in campo), fa partire un diagonale che sfiora il palo.

Gli ospiti agiscono in contropiede grazie ai varchi che il Malaspina offre agli avanti rossoblù, che cercano di approfittarne per realizzare il gol della sicurezza. Gli osilesi che hanno dalla loro parte la grande determinazione nelle gare fuori e dentro le mura amiche, giocano un calcio tutto cuore e volontà. Ma quelle doti che in altre occasioni hanno consentito ai ragazzi di Cozzula di portare a casa punti preziosi, nella gara di ieri non sono bastati.

A pochi minuti dal 90’ arriva la grande chance per i padroni di casa per raggiungere il pareggio. L’occasione arriva sui piedi di Satta che solo davanti al portiere ospite non tocca con la forza necessaria la sfera, che lambisce il palo. Come recita la regola del calcio, gol mancato-gol subito. Infatti, in pieno recupero, al 48’ (e secondo i padroni di casa in netto fuorigioco) arriva il gol del raddoppio del Cus Sassari con Auneddu che si invola in solitudine verso Marini e lo

supera in uscita. E’ la rete che chiude la partita e che consente agli universitari di conquistare tre punti fondamentali per la classifica, portandosi a un punto dalla vetta.

Il prossimo turno vedrà il Malaspina sul campo del Burgos, mentre il Cus ospiterà il Macomer.

Piero Garau

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli