vittoria sfiorata

Taloro, il pareggio col Castiadas sta stretto

La squadra di Scotto aveva quasi messo i tre punti in tasca, poi la doccia fredda

GAVOI. Il Taloro rischia di vincere contro il quotato Castiadas, nonostante i padroni di casa siano arrivati al tiro praticamente due volte. E' stata lieve infatti la supremazia locale a centrocampo. Certo, il tridente del Castiadas faceva paura e mister Cottu ha preparato a dovere la partita.

Pinna francobolla Borrotzu, mentre a Massidda tocca il mobile Sarritzu. Mister Scotto, dal canto suo, ha chiesto una partita ardita ai ragazzi. E i sarrabesi ci hanno provato dai primi minuti a impensierire Marchi. Al 12' conclude bene Sarritzu, Marchi para. Al 23' ancora Castiadas in avanti; discesa di Borrotzu e palla per Cordeddu, il cui tiro sfila. Al 34' conclusione dalla distanza di Borrotzu. Al 40' prima azione convinta del Taloro, che arriva dalla parti di Pioli, il quale non corre alcun rischio. La partita prosegue con le squadre che si controllano a vicenda.

Nella ripresa il Taloro passa in vantaggio grazie a Mele. Il gol anzichè mettere l'entusiasmo nelle gambe della formazione locale, la blocca un poco. Mentre gli ospiti si riversano in massa nell'area del Taloro, dove Marchi deve fare gli straordinari. Due interventi decisivi li compie al 65' su Piras e al 74' su Cordeddu dalla distanza. Al 77' è ancora Borrotzu a provarci, ma la difesa libera. Al 78' fuga di Sedda e palla per Boi, che non riesce a incidere. Al 80' ancora Borrotzu si libera di un difensore e viene steso in area. Gli ospiti protestano, ma nè l'arbitro Nurchi e neppure il suo collaboratore si avvedono del fallo. Il gol arriva all'86' grazie a Sarritzu che trova Piras pronto. Gli ospiti esultano a lungo per il gol pesante. Il match si conclude con le squadre che creano qualche occasione, ma nulla di significativo. Si chiude con un pari che tutto sommato è giusto, anche se il Castiadas ha da recriminare su alcuni episodi che l'hanno penalizzato. Sul punto è dura la presa di posizione della dirigenza ospite. Il Taloro dal canto suo,

si mangia le mani per la vittoria che poteva arrivare. Anche se, per come sta procedendo la stagione, i rossoblù non possono che essere felici. Giocano bene, si divertono e puntano sul Maristiai per fare la differenza. Poi, vittoria o meno, negli spogliatoi è sempre festa.

Giovanni Melis

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community