L’Atletico Uri si illude ma il Taloro lo riprende

Doppio vantaggio per Chelo e compagni che hanno anche sbagliato un rigore I gavoesi non hanno mai mollato e sono riusciti a riequilibrare il risultato

USINI. Se non si chiudono le gare al momento giusto c’è sempre il rischio di prenderle, soprattutto quando capitano le occasioni e non vengono finalizzate al meglio. In sintesi è quanto accaduto all’Atletico Uri contro il Taloro Gavoi. I ragazzi di Ivan Cirinà dopo un primo tempo giocato a buon livello, andando al riposo col 2-0 in tasca al quale si aggiunge anche un rigore sbagliato, nella ripresa si sono fatti raggiungere dai gavoesi. Un 2-2 che lascia tanta delusione per come si era messa la gara e per tutto quello che la squadra è riuscita a produrre. L’Atletico pur giocando come suo solito, con buone iniziative e tante geometrie, non ha mostrato quella cattiveria e quel cinismo che servono sotto porta. Moduli speculari per le due squadre, sia Cirinà che Cottu optano per il 4-4-2. Davanti a Sotgia centrali si posizionano Fadda e Sini a chiudere su Bonicelli e Boi. Esterni Erittu e Milia. In mezzo Piras e Delogu, laterali lunghi Mura e Puddu seguiti a distanza da Zedda e Moro. Avanti Chelo e Tedde marcati stretti da Sedda e Mastio. La prima vera giocata sotto porta viene concretizzata in rete dopo 4’. Azione ben costruita di prima con Puddu e Mura, passaggio a sinistra per Tedde che dal fondo mette nell’area piccola dove Chelo di prima intenzione scarica in rete. Sotto di un gol il Taloro trova la forza di reagire rendendosi pericoloso in più occasioni. All’8 Boi ci prova dal limite accarezzando la base del palo. Dopo 2’ è Pinna a sfiorare l’incrocio. E’ la volta di Bonicelli che manda alto di testa. Al 19’ Sotgia respinge con attenzione la conclusione di Boi. L’Atletico si proietta in avanti, e al 22’ Tedde a tu per tu con Marchi viene contrastato e cade a terra: rigore. Dal dischetto Chelo manda fuori scheggiando la base del palo. Si riparte con Puddu, prima con tiro dal limite bloccato da Marchi, poi con un tiro da fermo che sfiora l’incrocio. Al 32’ solita bella azione impostata da Puddu e Mura, palla per Piras che lancia sotto porta dove Tedde sigla il 2-0. Dopo 4’ dalla ripresa il Taloro accorcia con Pinna che si vede tra i piedi una palla d’oro mal respinta dalla difesa. Al 15’ l’occasione che avrebbe potuto chiudere

il match: Puddu solo in area manda a sbattere la sfera sul corpo di Carta. Sulla ripartenza del Taloro arriva il pari su calcio di rigore realizzato da Boi per un mani di Sini. Le conclusioni di Tedde, Puddu, Mura e Cuccu nel finale non fanno cambiare il risultato.

Franco Cuccuru

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community