Tortolì e Atletico Uri si giocano la Coppa Italia

Finale inedita a Sa Rodia tra due club che non hanno mai vinto la manifestazione Le squadre di Ivan Cirinà e Francesco Loi scendono in campo al gran completo

ORISTANO. Il campo del centro sportivo federale “Tino Carta” di Sa Rodia a Oristano sarà il teatro questo pomeriggio (inizio alle 15) della finalissima di Coppa Italia di Eccellenza tra Tortolì ed Atletico Uri. In palio anche l’accesso alla fase nazionale della manifestazione. A questo importante appuntamento le due squadre arrivano reduci entrambe da un pareggio , il Tortolì 2-2 sul campo del Ghilarza, identico punteggio per l’Atletico Uri in casa contro il Taloro Gavoi. Tutt’e due hanno dimostrato di stare bene sia fisicamente che a livello mentale e possono dare vita ad una gara piacevole e combattuta.

La squadra di Francesco Loi ha un organico di primissima qualità in tutti i settori e diversi giocatori in grado di fare la differenza, a cominciare dal bomber Marco Nieddu, per continuare con Marcello Angheleddu, Claudio Placentino, Alessio Figos, Pablo Gutierrez, Antonino D’Agostino, giusto per citarne alcuni. Ma anche l’Atletico Uri di Ivan Cirinà sotto questo profilo non scherza. Ha infatti un bel collettivo in grado di sviluppare ottime trame di gioco, e tre elementi di prima grandezza quali gli attaccanti Matteo Tedde e Michele Chelo e il centrocampista Anouar El Kamch, giocatori in grado, se in giornata, di mettere in difficoltà anche gli avversari più forti. In caso di successo sarebbe la prima volta in assoluto sia per il Tortolì (che era arrivato in finale in un’altra occasione nel 2011, quando aveva perso a Macomer contro il Taloro Gavoi) che per l’Atletico Uri (mai nella sua storia era arrivato a giocarsi la possibilità di conquistare un qualcosa di così importante, escludendo i salti di categoria degli ultimi anni). Per la sfida di questo pomeriggio, che avrà sicuramente una degna cornice di pubblico essendo prevista la presenza di numerosi sostenitori di entrambe le squadre, i tecnici avranno a disposizione

tutti gli effettivi. E’ una gara secca, perciò in caso di parità al termine dei novanta minuti si giocheranno due tempi supplementari da quindici minuti ciascuno, e se dovesse servire , si batteranno i calci di rigore. La vincente succederà nell’albo d’oro al Ghilarza.

Stefano Serra

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community