Vai alla pagina su Cagliari calcio
$alttext

Cagliari

Cagliari con i cerotti: out Borriello e Barella

L’attaccante e il centrocampista saltano la gara con la Lazio. Il tecnico rossoblù rilancia Sau e Padoin, Sant’Elia sold out

CAGLIARI. Borriello non ce la fa e nemmeno Barella (leggiera distorsione al ginocchio). Brutte notizie per il Cagliari alla vigilia della sfida con la Lazio. Perdere l’attaccante e il centrocampista contemporaneamente costringe Rastelli a cambiare idea in corsa. Della serie: i problemi non finiscono mai in una stagione nella quale l’infermeria non è mai stata vuota.

Vai Sau. Borriello è sofferente al ginocchio e i medici hanno consigliato di farlo riposare. Barella ha svolto gli accertamenti al “Marino” ma non sembra niente di grave. Il ko di Borriello spalanca un’autostrada a Marco Sau. Una grande occasione per un giocatore che non segna dal 22 dicembre. Il gol per un attaccante è vitale ma per vari motivi l negli ultimi tre mesi non è riuscito a fare centro. Sbloccarsi in una gara così importante sarebbe come far mangiare una scatola di spinaci a Braccio di Ferro. Rastelli negli ultimi mesi non ha mai schierato gli stessi undici e oggi sarà la stessa cosa. Padoin a sostituirà Barella a centrocampo, completato daDessena e Tachtsidis. In difesa non dovrebbero esserci novità, a meno che il tecnico non decida di far salire a centrocampo Isla e schierare Padoin terzino destro.

Orgoglio. Forse i punti che i rossoblù hanno messo insieme finora sono già sufficienti per la salvezza. Ma questo non significa che bisogna tirare i remi in barca. Le dieci partite che mancano alla fine saranno tutte esami di maturità. In palio non solo la permanenza in serie A (ormai scontata) ma il futuro del tecnico Rastelli e di diversi giocatori. Anche quelli che forse si sentono al sicuro perchè garantiti da un contratto pluriennale. I rossoblù arrivano da due sconfitte di fila e affrontano un avversario che ha fatto sempre bottino pieno nelle ultime quattro gare. La squadra di Simone Inzaghi è quarta in classifica e a questo punto non si accontenta più dell'Europa League, è in corsa per i preliminari di Champions, oltre ad avere più di un piede nella finale di Coppa Italia. Le cinque "papine" incassate dall'Inter sono state l'ultima goccia che il sacco può contenere. Non ci sono margini per altre brutte figure, i bonus sono finiti.

Rullo compressore. I ritmi della Lazio sono altissimi. I biancocelesti sono pronti a ingranare la... quinta per continuare la corsa verso il podio più basso della classifica. "Inzaghino" sbarca al Sant'Elia con un tridente da paura: Felipe Anderson, Immobile (quattro gol in tre gare ai rossoblù), Keita. Quest’ultimo sfrutta l'assenza di Milinkovic Savic per tornare tra i titolari. Biglia sarà supportato da Parolo e Lulic a centrocampo, mentre in difesa c'è De Vrij, che ha recuperato a tempo di record.

Numeri. La Lazio ha vinto tutte le ultime cinque gare contro il Cagliari. Complessivamente ha segnato quindici gol. Un dato preoccupante considerato che la squadra di Rastelli tiene la porta aperta da ventiquattro gare di fila (una sola volta in questo campionato è riuscito a mantenerla inviolata). La striscia peggiore appartiene al Livorno nella stagione 2103-2014, con la difesa battuta in 27 partite

consecutive. Altro dato che allarma le gare in trasferta: i biancocelesti hanno vinto sempre nelle ultime tre occasioni, realizzando dieci reti. La formazione sarda si augura che oggi il trend cambi per regalare un gioia ai propri tifosi in uno stadio esaurito.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista