Vai alla pagina su Cagliari calcio
$alttext

Cagliari

Colombo, in campo a quasi 42 anni

Il portiere chiude la carriera giocando l’ultima volta in A. Giulini: sei meglio di Zoff

CAGLIARI. I grandi protagonisti della partita sono stati Marco Borriello, arrivato a quota 15 reti bottino che eguaglia la sua seconda stagione in carriera; Sau, tornato al gol che gli mancava da dicembre e che è il suo 30° centro in serie A; Joao Pedro che ha siglato una splendida doppietta. Un 4-0 da incorniciare, insomma, ma in sala stampa arrivano le seconde linee, a cominciare da Roberto Colomba, che ieri ha chiuso la carriera da professionista a quattro mesi dal suo 42° compleanno giocando la sua prima partita col Cagliari (in serie A aveva già 9 presenze con Bologna Napoli). Colombo è stato omaggiato con un tweet dal presidente Tomaso Giulini: «Addio al calcio di un grande uomo – ha scritto sul social il numero uno della società rossoblù –. Che carriera! Superato pure Zoff, massimo rispetto». Colombo si è presentato un po’ emozionato in sala stampa. «Sono davvero felice di aver coronato la carriera con questi ultimi pochi minuti in serie A – ha detto –, un grande traguardo. Penso alle mie bambine, che a fine partita mi accompagnavano in campo e davanti alla panchina mi dicevano: ehi papà questo è il tuo posto. Ora per una volta mi hanno visto di nuovo fra i pali. Il futuro? Vediamo. Per ora posso dire che l’applauso dei tifosi mi ha ripagato dei tanti sacrifici fatti».

Poi è toccato al polacco Bartosz Salamon sedersi davanti ai giornalisti. «E’ vero che in questa stagione non ho avuto molto occasioni, ma mi sono fatto trovare pronto. Ho sfruttato la mia chance. Non era facile giocare per entrambe le squadre, c’era molto caldo e tutto diventa più complicato».

Una vittoria comunque che non si discute. «Abbiamo affrontato la gara col piglio giusto. E siamo stati cinici perché nel primo tempo abbiamo tradotto in gol praticamente tutte le occasioni che ci sono capitate». L’ultimo scorcio di campionato regalerà

nuovi stimoli? Salamon è sicuro. «Siamo tutti determinati a far bene – dice il difensore polacco – in particolar modo quelli che hanno avuto poche occasioni per mettersi in mostra o quelli che comunque vogliono mettersi in mostra. No, il Cagliari farà bene sino in fondo». (en.g.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista